La maledizione del forziere fantasma (film)

0 3

Pirati dei Caraibi – La maledizione del forziere fantasma (in lingua originale Pirates of the Caribbean: Dead Man’s Chest) è un film diretto nel 2006 da Gore Verbinski. Si tratta del sequel de La maledizione della prima luna, girato nel 2003.
La pellicola è uscita nella sale cinematografiche americane il 7 luglio del 2006, dopo la presentazione in anteprima avvenuta il 24 giugno in Florida al Disneyland di Orlando (che dal giorno dopo ha aperto l’attrazione da cui il film prende ispirazione), mentre in Italia è arrivato il 13 settembre dello stesso anno.
Nell’episodio precedente, Elizabeth Swann, giovane aristocratica, è a un passo dal matrimonio con Will Turner, suo fedele compagno, mentre Jack Sparrow, pirata, è ormai prossimo alla libertà.È il punto esatto in cui ritroviamo i protagonisti all’inizio di questo secondo capitolo della saga. Jack scappa in maniera rocambolesca, e la sua fuga ha esito positivo. Viceversa, i promessi sposi non sono così fortunati, in quanto vengono arrestati, divisi e buttati in mare.

Intraprendono così, al fianco di Jack, la ricerca del cuore innamorato di Davy Jones, leggendario padrone degli oceani e comandante di un vascello fantasma, chiamato L’Olandese Volante, che trascina negli abissi marini le anime dai marinai.
Anche Jack gli ha venduto la propria anima, allo scopo di riprendere la Perla Nera, vale a dire la nave che ha cercato per lunghissimo tempo. Sparrow, per riprendersi l’anima, ha bisogno del cuore trafitto di Davy.
Ma il fatto è che il cuore si trova in un forziere, che è desiderato da molte altre persone. Il sequel di Pirati dei Caraibi si rivela una pellicola smargiasso. La sceneggiatura di Terry Rossio e Ted Elliott è in grado di sorprendere. Visto che ciurma che vince non si cambia, ritroviamo anche il cast originario, con Keira Knightley, Orlando Bloom, e un Johnny Depp da applausi, maestro della seduzione promossa e ricevuta, che perde la nave ed il cuore per una donna.
La Perla Nera è stata costruita a partire da una nave esistita davvero, chiamata Sunset.

D’altra parte, L’Olandese Volante, 420 tonnellate di peso per 50 metri di lunghezza, è stato costruito prendendo ispirazione dal Vasa, una nave da guerra della Svezia che ora è ospitata nel Museo Nazionale di Stoccolma. Per realizzare la prima scena della pellicola, nella quale avviene l’interruzione delle nozze tra Elizabeth e Will, i produttori hanno dovuto far fronte a una specie di alluvione che ha fatto perdere 11 giorni di lavorazione.
A sua volta, per costruire la chiesa diroccata ci sono voluti ben quattro mesi. Per quanto riguarda la palude della veggente, essa è stata creata per intero in un teatro di posa.
Per il film sono stai impiegati più di ottomila costumi, tutti sotto la supervisione di Penny Rose. Un film dai grandi numeri, dunque, e molto impegnativo. Per esempio, per la scena della ruota del mulino, solamente le prove sono durate ben cinque settimane.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.