“La metamorfosi” di Kafka (libro)

0 4

Il libro racconta la storia di Gregor Samsa, un commesso viaggiatore che lavora duramente per pagare i debiti del padre e per mantenere la famiglia.Un mattino Gregor, dopo essersi svegliato, si accorge di essersi trasformato un ripugnante scarafaggio. Dopo aver guardato il suor corpo orribilmente cambiato, viene preso dal panico pensando ai suoi impegni di lavoro. Nel frattempo, i suoi genitori bussano alla porta preoccupati del suo ritardo, e fortunatamente non riescono ad entrare nella camera, chiusa a chiave. Gregor però sarà costretto ad uscire dalla camera quando a chiamarlo giungerà il procuratore della sua azienda, recatosi da lui per conoscere la motivazione della sua mancanza al lavoro. Aperta la porta, tutti fuggono alla vista del gigantesco scarafaggio, tranne suo padre che prende un bastone e cerca di scacciarlo dalla stanza. Gregor tenta la fuga, poi prova a cibarsi del latte contenuto in una ciotola offertagli dalla sorella, ma rimane deluso e stranamente inorridito dal sapore della bevanda, che nelle sue sembianze umane aveva invece sempre apprezzato. Si chiude quindi nella sua camera e da quel momento inizia per lui una vera e propria prigionia. Solo sua sorella Grete si occupa di lui, gli porta da mangiare e gli tiene pulita la camera. Un giorno, mentre la sorella riordina la stanza ,cercando di fare spazio al fine di permettere al fratello di muoversi sui muri e sul soffitto, sposta un quadro con il ritratto della fidanzata di Gregor. Il fratello si oppone al fatto che Grete tocchi il quadro, a tal punto che gli si appiccica sopra. La madre vede il figlio sul quadro e sviene, giunge quindi il padre che inizia a colpirlo gettandogli addosso delle mele, una delle quali lo colpisce ferendolo. A questo punto, Gregor si rifugia nella sua tana. La famiglia, distrutta dalla presenza ingombrante del figlio, fa una vita sempre più isolata e difficile. Grete non si occupa più di Gregor, che nel frattempo si rifiuta di mangiare. Una sera Gregor esce di nascosto dalla camera per spiare i padroni dell’appartamento ospiti della sua famiglia. Grete inizia a suonare il violino, Gregor è attratto dalla musica e si espone a tal punto che gli ospiti lo vedono e si spaventano, e gridando annunciano che scioglieranno il contratto di affitto.Gregor rimane immobile, mentre Grete infuriata lo accusa di essere la causa delle rovina della famiglia. Il padre concorda con la figlia e dichiara di non riconoscerlo più come figlio. Gregor si rifugia di nuovo in camera e decide di lasciarsi morire d’inedia. Il mattino successivo la donna di servizio lo trova morto. I familiari accorrono e constatando la sua morte, provano un senso di liberazione. Il suo cadavere viene gettato nella spazzatura e il suo nome e il suo ricordo rapidamente accantonati. La famiglia si rimette al lavoro alla ricerca di tranquillità e agiatezza, e di una soluzione ai problemi economici. Senza Gregor si sentiranno improvvisamente liberi e riappacificati. Il romanzo è da consigliare a coloro che amano testi profondi e che conoscano gli altri lavori di Kafka. E’ un testo di difficile interpretazione, ma di facile lettura. Il costo del libro varia dai 5 euro fino ad un massimo di 12, a seconda del luogo in cui si acquista.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.