L’avvocato Lincoln (film)

0 0

L’avvocato Lincoln, meglio noto anche come “The Lincoln lawyer” è il titolo di un film drammatico americano uscito da poco. Ha una durata di 119 minuti e vede alla regia Brad Furman. Per quanto riguarda i principali attori di questa pellicola, abbiamo la presenza di Josh Lucas, Marisa Tomei, Margarita Levieva, Matthew McConaughey, Michaela Conlin, Ryan Phillippe e William H. Macy. Questa produzione cinematografica in fin dei conti è tratta da un libro, che ha il medesimo titolo ed è un romanzo di Michael Connelly. Con questo film non ci si annoia di certo. Merito di una vicenda ricca di colpi di scena, che non ti tiene mai tranquillo, ma al tempo stesso non ti fa mai sbadigliare. Il personaggio che intitola il film è Mickey Haller, un avvocato difensore che ha un buon successo, nonostante si trovi a difendere in pratica criminali di ogni tipo, anche se comunque dagli impatti sociali tutto sommato limitati. Questa è stata finora la sua esperienza legale. Un’altra sua caratteristica è quella di viaggiare sempre a bordo di una macchina a noleggio (una Lincoln, appunto), a bordo e sul sedile posteriore della quale prepara minuziosamente ogni caso che affronta. A questo punto della storia, si imbatte nel personaggio di Louis Roulet, che in fin dei conti sembra essere stato accusato non altro che per il pestaggio di una prostituta, anche se questo è stato compiuto con una certa violenza. Haller crede di avere vita facile con questo caso e di aumentare così facilmente il suo prestigio, ma ha anche la sensazione che non può essere tutto così semplice. Ed in effetti, non lo è. In particolare, il caso in questione sembra essere collegato con quello precedente di Jesus Martinez, o per lo meno ne è convinto l’investigatore privato Frank Levin, amico di Haller. Così, mentre le indagini proseguono, comincia a nascere il sospetto che Jesus Martinez, finito in prigione per omicidio, sia in realtà innocente e che la colpa del suo reato possa essere addebitata a Roulet. Non resta che indagare ulteriormente e il personaggio più indicato per questo è lo stesso Levin. Finchè, un dannato giorno, egli viene ucciso … Nubi scure si addensano sul caso. Come andrà a finire? E come ne uscirà l’avvocato Lincoln? Non c’è gusto a raccontare il finale, anche perché questa pellicola è molto avvincente da questo punto di vista e rivelare tutto sarebbe davvero inopportuno, a mio modo di vedere le cose. Infatti, ciò che ho apprezzato molto di questa pellicola è il suo rivolgere l’attenzione agli intrighi che sembrano legare personaggi, che apparentemente non hanno niente a che vedere fra di loro. E poi le supposizioni, le indagini, i colpi di scena a ripetizione e la continua sensazione che in fondo tutto non può essere solamente per ciò che appare. Per questo, la mia valutazione di questo film è positiva e lo consiglio volentieri. E voglio essere più chiaro: non lo considero, per lo meno al momento, un capolavoro, ma lo trovo avvincente, dinamico, capace di tenermi sulle spine e ogni tanto di spiazzarmi. La pellicola si può vedere al cinema al prezzo del singolo biglietto, che dalle mie parti è arrivato ad 8 euro. Ovviamente, non è ancora uscito in versione dvd.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.