LE PUBBLICITA’: condivisione di riflessione

0 3

Carissimi lettori delle mie brevi riflessioni, ho appena trovato su un memo della mia scrivania un appunto che avevo annotato dopo aver visto due spot, due pubblicità alla televisione che avevo trovato piacevoli e raffinate.
Lo so, può sembrare strano ed anomalo questo comportamento, soprattutto per dei giovani; che dire: un po’ lo è !
Appartengo alla generazione di persone che avavano come obiettivo da bambini, prima di andare a dormire, quello di vedere “Carosello”, rassegna di cinque-sei brevi filmati/cartoni animati pubblicitari.

Le trasmissioni televisive erano articolate su due canali Rai, con giorni e fasce orarie che determinavano la tipologia di spettatori proponendo programmi in maniera abbastanza ordinata e di qualità: ad esempio il lunedì sera si vedeva il film, il venerdì lo spettacolo teatrale, il giovedì il quiz, il sabato il varietà etc etc
La pubblicità era tra il momento informativo, il telegiornale della sera e le trasmissioni per i grandi (quelli sopraelencati) ed era una manciata di minuti , che si seguivano volentieri, pulite e piacevoli.
Ora siamo sopraffatti da messaggi che ci invitano, ci inducono all’acquisto di qualcosa, al consumo di beni ed il più delle volte viene fatto in maniera insistente e ripetititva, proponendo visioni dai contenuti squallidi, noiosi, banali, per non giungere a volgari, se non addirittura diseducativi.
Tutta questa “premessona” per far comprendere che quando ho visto due spot migliori dello standard generale di proposta, mi è venuta voglia di farne l’ elogio.

Mi sarebbe piaciuto inserirvi il link di tali video, ma non li ho trovati; vi posso dire che avevano entrambi delle belle musiche, uno pubblicizzava un prodotto della Vernel per la pulizia dei capi di abbigliamento, attraverso saponi liquidi che utilizzano l’aromaterapia per ottimizzare la resa sui capi trattati; l’altro spot invece mostrava un uomo alla fine della giornata di lavoro che torna a casa utilizzando una funicolare, lasciandosi scivolare dal grattacielo dove è collocato il suo ufficio, percorrendo la strada in maniera rapida, libera, divertendosi…percorso che svolgeva in parallelo ad una autovettura della Nissan, la Qashqai.
Al di la dei due prodotti soggetto di pubblicità, che non mi interssa prendere in esame, mi è piaciuta la delicatezza e piacevolezza dei filmati; in particolare mi è piaciuto molto come veniva ben trasmesso il senso di benessere e libertà che l’uomo nel video Nissan provava spostandosi per la città.
Nella ricerca che ho fatto per ritrovare i video che avrei voluto mostrarvi, ho scoperto che esiste un sito in internet, con pagina anche su facebook, che si occupa di trovare e condividere tutte le musiche e canzoni delle pubblicità e si chiama proprio “canzoni della pubblicità”; ve lo segnalo perchè è interessante e ben fatto.
Adesso vi lascio, augurandovi una buona serata !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.