Memory Foam (Materassi)

0 4

Lo sapevate che ogni persona passa in media otto ore al giorno a letto, per un totale di oltre 200.000 ore nell’arco della propria esistenza? Questi numeri dovrebbero bastare a convincere tutti dell’importanza del materasso sul quale trascorriamo una parte così consistente della nostra esistenza! Per non parlare degli aspetti legati alla salute e al benessere personale: numerosi studi hanno infatti evidenziato come la mancanza di sonno e l’utilizzo di materassi non idonei siano la causa di numerosi disturbi, soprattutto a carico della schiena e delle articolazioni. Almeno in questo campo, insomma, il consiglio è di non andare al risparmio e di valutare attentamente le opzioni sul mercato.
Se state pensando di comprare un nuovo materasso, oppure se quello che usate da anni inizia a mostrare i primi segni di cedimento, forse vi interesserà conoscere meglio le ultime novità tecnologiche sviluppare nel settore del dolce dormire. In particolare, negli ultimi anni la ricerca si è focalizzata sull’utilizzo di nuovi materiali, con importanti novità mutuate da settori apparentemente molto distanti. E’ questo proprio il caso dei materassi in Memory Foam, realizzati in una particolare schiuma di poliuretano viscoelastica utilizzata per la prima volta in campo aero-spaziale dalla NASA. Insomma: un materasso da astronauti in grado di garantire sonno perfetti!
La sua peculiarità è la capacità di “adattamento”. Il Memory Foam è infatti un materiale termo-sensibile che viene modellato dal calore corporeo ed è in grado di memorizzare le forme di chi vi giace sopra, garantendo in questo modo il massimo comfort e sostegno a chi lo utilizza. Questo è possibile grazie alla particolare struttura molecolare del Memory Foam, una morbida schiuma composta da milioni di microcelle, che viene modificata dal calore della persona per poi tornare nella forma originaria in maniera lenta e graduale. La sensazione di relax e di distensione che si provano una volta alzati è senza paragoni!

Numerosi i vantaggi rispetto ai materassi tradizionali: il Memory Foam è infatti ergonomico, anallergico, indeformabile e favorisce la circolazione sanguigna, in quanto sostiene il corpo in maniera uniforme e senza comprimere. Per questa ragione, il Memory viene utilizzato in ambito sanitario per realizzate materassi antidecubito.
Anche la schiena ottiene dei benefici immediati: la colonna vertebrale infatti viene sostenuta correttamente durante il sonno, il corpo trova naturalmente la propria posizione, le tensioni muscolari si annullano e il riposo è ottimale. Grazie all’assenza di molle, inoltre, questi materassi sono flessibili e molto silenziosi.
Se siete interessati all’acquisto di un prodotto di questo tipo, dovete sapere che i materassi in commercio combinano solitamente il Memory con altri materiali, come il poliuretano espanso, il lattice o il gel. Questo per evitare che il risultato finale sia un materasso troppo basso o eccessivamente morbido.
Ormai sono molti i marchi che propongono materassi realizzati in questa innovativa schiuma viscoelastica, ma per evitare spiacevoli sorprese vi consiglio di puntare sulla qualità ed evitare prodotti dai prezzi troppo stracciati. Ricordate inoltre che non esiste il materasso ideale, in grado di soddisfare i gusti di tutti in fatto di flessibilità, morbidezza e calore – e questo vale anche quando si parla di Memory Foam. Per questo motivo, prima di procedere con l’acquisto passate in negozio e concedetevi una prova “sul campo”. Qualche minuto sarà sufficiente per farvi capire se quello su cui siete sdraiati è proprio i materasso che fa per voi!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.