Metin2 (Videogioco)

0 3

Metin2 è un MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game) sviluppato dalla coreana Ymir Entertainment nell’ormai lontano 2004. È stato distribuito prima in Cina e poi nel resto del mondo, ed è uno dei pochi videogiochi del suo genere a essere stato completamente tradotto in italiano.
In Metin2, i nostri eroi si muovono in un mondo fantasy devastato da una catastrofe: nei tre pacifici regni di Shinsoo, Chunjo e Jinno l’impatto della misteriosa Roccia Metin ha infatti causato caos e distruzione, con i defunti che sono tornati sulla terra come non-morti e una guerra che minaccia costantemente l’annientamento reciproco dei regni. Inoltre il benevolo Dio Drago, che un tempo era il custode della pace e della prosperità, sembra essere diventato malvagio. Lo scopo dei giocatori di Metin2 sarà pertanto quello di assicurarsi il dominio sui vari frammenti della Roccia Metin per impedire che cadano in mani sbagliate e al tempo stesso potenziarsi per affrontare sfide sempre più difficili.
Le classi a disposizione del personaggio al momento della creazione sono quattro: guerriero, sciamano, sura e ninja. Il guerriero è il consueto esperto di armi e armature e può specializzarsi nell’uso di armi a due mani oppure scegliere uno stile più difensivo, combattendo con spada e scudo; lo sciamano è prevalentemente un curatore e permette ai suoi compagni di recuperare la vita perduta, oltre a potenziarli in vario modo con incantesimi benefici; il ninja si muove silenziosamente per colpire alle spalle coi suoi pugnali o, in alternativa, combatte da lontano con arco e frecce mentre il sura è una sorta di via di mezzo demoniaca tra un guerriero e un mago d’attacco, ed è forse la classe che garantisce una modalità un po’ diversa dal solito.

Una volta definita la sua classe, il personaggio può scegliere a quale regno appartenere: Shinsoo è terra di mercanti che sognano di impadronirsi della Roccia Metin per diventare ricchissimi, mentre Chunjo considera il misterioso oggetto una minaccia troppo grande e punta a distruggerlo; Jinno infine vuole sfruttare la Roccia per potenziare il proprio esercito e conquistare i suoi vicini.
Il gioco si svolge secondo le classiche modalità del multiplayer e può quindi essere PVE o PVP. Nel PVE la caratteristica principale di Metin2 è la pratica ossessiva del cosiddetto “grinding” ai suoi estremi: i personaggi, infatti, potranno arricchirsi, acquistare nuovi oggetti magici e salire di livello solo con la continua sfida ai vari mostri del gioco. Alcune quest e missioni permettono di variare l’esperienza del gameplay, costituendo un’alternativa ai combattimenti un po’ troppo ripetitivi, ma sono disponibili solo fino al livello sessanta. La presenza di un negozio (l'”item shop”) nel gioco permette di comprare nuove armi e armature che non si possono trovare altrimenti. Il PVP, invece, è disponibile dal quindicesimo livello e consente di sfidare gli altri giocatori, in duello singolo o con le diverse fazioni che animano i tre regni.
La grafica di Metin2 è piuttosto scarna, ma l’interfaccia è piuttosto semplice e non è difficile comprendere i meccanismi del gioco dopo pochi minuti. Da segnalare una certa creatività dei combattimenti, che prevedono mosse particolari e rendono possibili tattiche anche elaborate, ma la longevità di questo prodotto non è comunque delle più alte.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.