Mortal Komba (videogame)

0 3

Mortal Kombat è un videogioco in stile “picchiaduro” ad incontri, creato dalla Midway Games negli anni ’90, precisamente nel 1992.
In quel periodo un altro famosissimo videogame impazzava tra console e sale giochi, stiamo parlando di Street Fighter 2, degno concorrente in quanto a grafica e gameplay del suddetto Mortal Kombat.
La trama è abbastanza semplice e ad essere sinceri, veramente poco importante ai fini dello sviluppo del gioco.

Mortal Kombat, altro non è che un gigantesco torneo di arti marziali, che si svolge puntualmente in modo da coinvolgere diverse generazioni di lottatori.
I guerrieri arrivano da ogni parte del mondo, per stabilire in fine chi sarà il campione assoluto.
In realtà giocando, vien fuori che il torneo è una sorta di inganno banale, attraverso il quale l’Outworld (un regno malvagio) potrà impossessarsi della terra.
Il torneo si tiene sull’isola di Shang Tsung e si tratta della decima sfida, l’ultima per poter avere in premio le chiavi del regno della Terra.

Nella primavera del 2011 esce finalmente il nuovo capitolo di Mortal Kombat.
In realtà si tratta di un remake del primissimo episodio appena descritto, vengono rispolverate meccaniche di gioco tanto amate dai fan degli anni ’90.
Ritorna la Fatality, mossa attraverso il quale il personaggio scelto, poteva finire l’avversario con estrema violenza.
Questo gesto era inutile ai fini del gioco, ma dava un “tocco di classe” allo scontro, con sangue ed oggetti che potevano trafiggere il corpo del rivale.
Distribuito da Warner Bros Interactive Entertainment per Xbox 360 e Play Station 3, questo gioco è consigliato ad un pubblico di età superiore ai diciotto anni, proprio per le scene violente che si creano nei vari schemi.
Una novità assoluta di questa nuova versione di Mortal Kombat rende proprio la massima idea della violenza di cui sopra.
Una barra in fondo allo schermo, composta da tre tacche divide ed enfatizza le varie parti del combattimento.
La prima tacca riguarda le “super mosse” dei giocatori, mentre le altre due attivano una schermata tutta nuova, che proietta il giocatore in una stanza completamente buia in cui vedrà i perfetti movimenti della sua mossa attraverso una visione ai raggi X che mette in evidenza la violenza di questa.
Mortal Kombat per Play Station 3 e Xbox 360 non dimostra di avere nessun difetto o svantaggio per il giocatore, al contrario stupisce piacevolmente chiunque abbia intenzione di giocare, ottima grafica, estrema longevità di gioco con ben 300 sfide da affrontare ed un piacevole ritorno al passato per veri intenditori di Mortal Kombat.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.