Nikon D5100 (Fotocamera)

0 4

La nuova Nikon D5100 conserva lo stesso sensore digitale APS-C/DX da 16 megapixel che già correda anche altri modelli Nikon. Come ormai usuale per Nikon in questa fascia di prezzo, la D5100 offre un’unica ghiera di comando, mirino a pentaspecchio ed assenza del motore interno di messa a fuoco. Guadagna la possibilità di ripresa video Full HD (a 24, 25 e 30fps utilizzando l’efficace codec video H.264/AVC) ed un bello schermo LCD articolato da 920.000 pixel ora collocato con un più convenzionale attacco laterale.
Anche se sulla carta la D5100 possa godere del sensore digitale da 16,2 milioni di pixel e del processore d’immagine Expeed2 vale la pena ricordare che Nikon non obbligatoriamente garantisce pari performance di componenti e programmi su modelli diversi di fotocamere per cui la risposta degli stessi sulla D5100 potrebbe, tuttavia, differire da altre della serie. La gamma di sensibilità ISO rimane a 6400 ISO con il top a 25.600 ISO ed anche la possibilità di fotografare in formato RAW a 14 bit di profondità, una dei cardini dell’incredibile gamma di colori che questo nuovo sensore consente di restituire.
La Nikon D5100 è una macchina reflex rapida e pronta nella risposta come tutte le più recenti DSLR del marchio Nikon. L’utilizzo del metodo D-Lighting ora non frena più la ripresa. Con i suoi 4 fotogrammi al secondo di scatto continuo la D5100 si dimostra più rapida della media pur non essendo al top della categoria. Tale performance sarà senz’altro più che adatta per la maggior parte dei fotografi ma chi pretende qualcosa in più in questo range di prezzo potrebbe invece guardare altrove.

La D5100 è senza motore AF interno per cui la velocità di messa a fuoco dipende strettamente dall’ottica utilizzata; il 18-55mm di serie non è un razzo in tal senso anche se accettabile per usi generali. Il metodo di messa a fuoco a detezione di fase è già ben conosciuto, garantito e dotato qui anche in aggiunta di tracking 3D del soggetto come nei modelli più sofisticati. E’ necessario usare un obiettivo di categoria maggiore (sempre con motore AF incorporato) per ottenere il miglior rendimento dall’autofocus della D5100. La messa a fuoco in Live View è sempre lenta, per quanto accurata, anche se bisogna ammetter che ultimamente Nikon ha fatto grossi passi avanti in tal senso per incrementare le prestazioni del metodo di messa a fuoco a detezione di contrasto.
La qualità delle immagini è indubbiamente la carta vincente della D5100, in grado di offrire sostanzialmente la medesima qualità di altre macchine di fascia più alta ma ad un prezzo inferiore.
A basse sensibilità ISO la D5100 è alla pari con le concorrenti ma salendo di più, la resa del nuovo sensore Nikon da 16,2 milioni di pixel risulta al momento al top della classe delle fotocamere formato APS-C. Il rumore presente è decisamente basso, il rumore dei colori risulta sempre sotto controllo, mantenendo contemporaneamente buona resa dei particolari. Gli scatti in formato JPEG possono quindi avvantaggiarsi del D-Lighting sempre attivo senza pagare dazio in termini di rumore o prestazioni; quelle nel formato RAW verranno molto apprezzate dagli utilizzatori più avanzati per merito della grande elasticità di utilizzo dei file Nikon NEF.
Riguardo la semplicità d’uso e gestione della fotocamera, la D5100 è un insolito mix di soluzioni valide ed incomprensibili al tempo stesso. Viene apprezzato senz’altro il nuovo monitor articolato e la funzionale impugnatura ricoperta in gomma, come del resto la compattezza e leggerezza del corpo che non compromettono la sensazione di generale robustezza della macchina. Il controllo sul dorso a quattro vie del punto AF attivo resta sempre molto comodo ed facile, aiutando il corretto utilizzo del complesso sistema di messa a fuoco di cui dispone la D5100.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.