Nuove professioni 3: wedding planner/organizzatore eventi

0 2

Terza pagina dedicata alle nuove professioni, vie d’uscita dalla crisi finanziaria. Ritengo che quando si iniziano questi percorsi sia necessaria un po’ di fantasia e prima di iniziare anche burocraticamente si debba fare un po’ di esperienza per vedere se si è a proprio agio in questi nuovi settori e parenti ed amici sono buone “cavie”. Oggi vi voglio parlare del WEDDING PLANNER e organizzatore di eventi in genere.
Tempi frenetici ma anche un nuovo modo di intendere le feste e cerimonie in genere, sempre più portano ad avere bisogno di un aiuto o consulenza per organizzare eventi, oggi magari si fanno meno invitati ma si vuole che il matrimonio o l’evento in genere, sia organizzato nel migliore dei modi, con professionalità in modo che non ci siano spese inutili e quindi spesso si fa riferimento ad un wedding planner, senza parlare del fatto che spesso le giovani coppie neanche sanno tutto ciò che occorre fare per sposarsi, oppure non conoscono le tradizioni legate ai vari eventi. Uno dei vantaggi che possono sfruttare coloro che organizzano in modo professionale gli eventi, sono le convenzioni, gli accordi con altri professionisti del settore, questo può tradursi in un risparmio per il cliente che ben compensa le spese dell’ organizzatore stesso, ecco perchè non è una spesa inutile e in molti vi fanno ricorso.
Nonostante ciò, ancora sono pochi gli organizzatori di eventi soprattutto nelle zone rurali d’Italia, che ancora vi sono, e soprattutto al Sud. Tutti questi motivi rendono questo settore molto appetitoso per chi vuole inventarsi o reinventarsi un lavoro dopo aver perso il precedente. Un altro elemento positivo è la possibilità, almeno per i primi tempi, di organizzare il proprio a lavoro anche a casa perché non c’è bisogno di grandi spazi e ci si può organizzare bene anche con internet mostrando gli espositori proprio attraverso internet.

COSA SERVE?
Dal punto di vista burocratico, come per il cake designer, per iniziare questa attività in modo professionale non occorre seguire corsi specifici che diano abilitazione ad esercitare la professione e questo è di sicuro un vantaggio, occorre invece, se si vuole esercitare regolarmente, avere la partita iva che con un commercialista non troppo oneroso può avere spese di gestione non eccessive, inoltre, si possono cercare degli incentivi all’ imprenditoria le cui regole spesso cambiano, ma periodicamente comunque vi sono. Quindi la parte iniziale della professione può essere gestita con costi non elevati e se si è bravi si riesce ad avere fin da subito una buona remunerazione anche sfruttando forme di pubblicità gratuite come i social network. Se si vuole ottenere una specializzazione è possibile comunque seguire dei corsi, ripeto non sono una tappa obbligata, se avete una buona capacità manageriale, fantasia, voglia di scoprire fornitori, linee…riuscirete anche senza corsi.
Posso suggerire comunque due corsi, uno da fare comodamente a casa della wedding planner school e un altro della durata di tre giorni su cui potrete avere info al sito http://www.cinziasabatini.com , il costo in questo caso è di 750 euro.
Lo scopo di questi corsi è insegnare a pianificare i tempi delle cerimonie, cosa serve e quali sono i contatti da tenere per essere un buon wedding planner/organizzatore di eventi (catering, fotografo, hotel, ristoranti, fornitori bomboniere, andamento cerimonie, fiorista, partecipazioni), lezioni su come organizzare un evento, ci sono inoltre lezioni di “economia” per ottenere il massimo dal budget dei clienti e anche come aprire un’attività con pochi soldi.

COSA FA UN WEDDING PLANNER?
In base ad un budget e alle richieste del cliente un wedding planner o organizzatore eventi si occupa della cerimonia in tutti i suoi aspetti, dagli abiti, la scelta della data, partecipazioni, bomboniere, ristorante, menù, tavoli, gestione appuntamenti con i fornitori, Chiesa/ Comune, gestione giorno della cerimonia, abiti, trucco e parrucco, fotografo, fiori……..
Piccoli consigli, su queste attività maggiori sono le cose che riuscite a fare da soli, maggiori sono le entrate, ad esempio conosco un’organizzatrice che per massimizzare le entrate confeziona da sola le bomboniere, quindi oltre ad organizzare l’evento prendere contatti ed appuntamenti per il catering, parlare con i ristoranti, fiorai….offre questo ulteriore servizio, in questo modo le entrate crescono. Minori sono le cose che delegate ad altri maggiori sono le entrate per voi. Oltre i matrimoni potrete organizzare anche altre feste, compleanni ad esempio, cresime, 18 anni.
Auguri a tutti le/ i moderne/i Jennifer Lopez.
Link precedenti articoli.
http://opinionepersonale.it/sito/nuove-professioni-wellness-coach/
http://opinionepersonale.it/sito/nuove-professioni-2-cake-designer/

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.