Oblivion (XBox)

0 3

Titolo : The Elder Scrolls IV: Oblivion
Sviluppato da Bethesda Game Studios
Pubblicato da 2K Games e Bethesda Softworks

Distribuito da 2K Games
Designer : Todd Howard
Produttore Esecutivo : Ken Rolston
Musiche di Jeremy Soule

Serie : The Elder Scrolls
Motore di gioco : Gamebryo, Havok (per la fisica), SpeedTree (per la vegetazione)
Piattaforma : Xbox 360 (Windows, PlayStation 3)
Rilasciato il 20 marzo 2006
Genere : Gioco di ruolo sandbox in prima persona
Modalità : Single player
Formato : DVD + Download
Prezzo : 30 euro circa

“The Elder Scrolls IV: Oblivion”, (spesso chiamato semplicemente Oblivion), è un gioco di ruolo single player, sviluppato dalla Beteshda Game Studios rilasciato nel marzo del 2006 per Xbox 360 e successivamente per altre piattaforme. Si tratta del quarto capitolo della saga “The Elder Scrolls” cominciata negli anni novanta su pc con Arena e Daggerfall, passata poi anche sulla prima Xbox con il tanto amato Morrowind.

In questa avventura, basata su una ambientazione fantasy – medioevale ci troveremo nella grande provincia del regno di Tamriel, chiamata Cyrodiil, alle prese con un culto oscuro (la Mitica Alba) che mira ad aprire cancelli dimensionali tra in nostro mondo ed un oscuro reame chiamato appunto Oblivion.

Vi sveglierete un una fredda ed inospitale cella nelle prigioni capitale. In un baleno vi troverete a dover difendere l’Imperatore Uriel Septim VII (doppiato dal grande Patrick Stewart) assieme alle sue personali guardie del corpo (The Blades) in una fuga dal castello tramite un passaggio segreto (provvidenzialmente nascosto nella vostra cella), mentre sarete continuamente inseguiti ed assaliti da degli appartenenti ad una strana setta, la Mitica Alba. Quasi arrivati all’uscita delle catacombe però sia l’imperatore che le sue guardie verranno assassinati e spetterà a voi consegnare l’Amuleto del Re al gran maestro delle guardie Blades che vi affiderà una importante missione.

Così comincerà la vostra avventura. Subito dopo aver giocato questa forzata introduzione vi ritroverete all’esterno, pronti ad esplorare in lungo e in largo l’intera provincia di Cyrodiil. E’ proprio il fattore esplorativo, unito ad una totale libertà di scelta e di azione che tanto contraddistingue e tanto ha reso famosi ed amati sia Oblivion che i precedenti capitoli.
Il bello di Oblivion è proprio che ogni giocatore può costruire la sua strada attraverso il gioco. Potrete certamente consegnare subito l’Amuleto del Re al capo delle guardie Bades e procedere (quest dopo quest) nella trama principale del gioco, ma non vi godreste completamente l’immenso lavoro sviluppato dai Bethesda. Avrete la possibilità di svolgere centinaia di quest indipendenti dalla trama principale, affiliarvi a svariate gilde, partecipare a tornei acquistare case in ogni cittadina. In poche parole avrete a disposizione un intero mondo da esplorare e da affrontare sia da buoni paladini che da malvagi assassini. Un gioco consigliatissimo.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.