Opinione fiction Gli anni spezzati

0 3

“Gli anni spezzati” è il titolo della nuova fiction di Raiuno, diretta dal livornese Graziano Diana, già noto regista di altre produzioni Rai di successo come “La vita rubata” o “Edda Ciano e il comunista” solo per citarne alcune, la cui storia ruota attorno alla vita e alle vicende dei tre protagonisti: il commissario Calabresi (Emilio Solfrizzi), il giudice Mario Sossi (Alessandro Preziosi) e un dirigente della Fiat (Alessio Boni) nell’Italia degli anni ’70.

La fiction è ambientata a Milano, in una delle sue giornate più buie, la serie infatti , in onda in prima serata, da martedì 7 gennaio, esordisce con la terribile strage di Piazza Fontana, avvenuta il 12 dicembre 1969, che colpì al cuore lo Stato e le istituzioni provocando 17 morti e 88 feriti.

A questo evento si intrecciano le vicende del Commissario Calabresi, il quale, intuito che il filo di terrore non si arresterà, si troverà, insieme ad altri personaggi della serie divenuti suoi seguaci, a combattere contro l’odio e la violenza, lottando contro uno Stato da cui si sente abbandonato, con la stampa che lo diffama e contro chi lo vuole persino morto.

Gli episodi che riguardano questo personaggio sono andati in onda il 7 e l’8 gennaio. Il nuovo appuntamento con la miniserie, ci presenta il suo secondo protagonista ossia il giudice Mario Sossi, alias Alessandro Preziosi, che, affiancato dal fraterno procuratore Coco, decide, alla luce degli eventi terroristici che fanno da filo conduttore delle vicende dei protagonisti, a non sottostare al ricatto, anche se questo lo metterà di fronte a scelte difficili che riguardano i suoi sentimenti nei confronti dell’amico e lo toccheranno profondamente rendendo il suo destino e quello del procuratore legati a filo doppio con quello dello Stato.

Gli episodi che riguarderanno le tormentate vicende del Giudice Sossi, andranno in onda, sempre in prima serata, nei giorni 14 e 15 gennaio.

La trilogia della serie si conclude con altri due episodi che hanno come primo attore Alessio Boni, nella parte di un ingegnere della Fiat che si trova a vivere quotidianamente le storie dolorose che riguardano le eterne lotte sindacali e i cosiddetti colletti bianchi e che lo pervaderà personalmente, quando verrà a conoscenza, che sua figlia, è entrata a far parte di un gruppo armato ed è pronta a manomettere gli equilibri familiari. Egli stesso dovrà scegliere tra la salvezza della propria famiglia e il dovere morale. Le ultime due puntate de “Gli anni spezzati” andranno in onda nei giorni 27 e 28 gennaio.

Oltre ai protagonisti, la fiction vanta la partecipazione di numerosi attori italiani d’eccellenza tra cui Ennio Fantastichini, Luisa Ranieri, Giulia Michelini, Emanuele Bosi, Claudio Boccia, Anna Safroncik ed altri.
Direttore della fotografia Claudio Sabatini. La sceneggiatura, il cast e il montaggio rendono la fiction un prodotto di sicuro successo.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.