Opinione Il ladro di note (libro)

2 0

“Il ladro di note” è un romanzo diverso dai soliti nel genere noir.

Una storia che affascina, descritta in modo originale e con uno stile di scrittura che coinvolge, in una lettura tutta d’un fiato.

Raccontato in prima persona dai personaggi, che si descrivono attraverso le loro stesse parole, la storia unisce la trama dei fili in una sapiente e centellinata tensione, che trasporta il lettore a valicare confini di amori e passioni, musica e perversioni, sesso e follie. Fino alla fine, con un ritmo di scrittura che non dà tregua, in un crescendo di tensione che lascerà il lettore sorpreso dall’inaspettato epilogo.

Tiziana Pedone e Carlo Angelo Tosi due autori che sono riusciti a fondere le loro matite in un’unica nota musicale.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

2 Commenti

  1. Renato Sala dice

    Ho letto il romanzo in due giorni e quando ho terminato la lettura mi è dispiaciuto staccarmene. I personaggi mi sono entrati dentro, ognuno con la propria, ben distinta, personalità. La storia è originale, coinvolgente e scritta in modo scorrevole. Emozionante.

  2. Renato Sala dice

    L’ho letto in due giorni e quando ho terminato la lettura mi è dispiaciuto staccarmene. È un romanzo scritto bene, originale e coinvolgente. I protagonisti si fanno conoscere poco alla volta, in tutte le loro controverse personalità e regalano al lettore momenti di vera emozione. Bravi gli autori, che hanno sempre mantenuto un unico stile di scrittura in tutto l’avvicendarsi della storia. La storia è originale, coinvolgente e scritta in modo scorrevole. Emozionante.

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.