Opinione: lavastoviglie ideale in base alle sue caratteristiche

0 4

Quando si decide di acquistare una lavastoviglie, sono molti i parametri dei quali occorre tenere conto prima di scegliere a quale marca affidarsi. Soprattutto se si abita all’interno di un palazzo, la prima cosa da considerare è la silenziosità; le lavastoviglie Bosch, da questo punto di vista, si rivelano assolutamente silenziose, permettendone l’utilizzo anche durante le ore notturne, grazie alla possibilità di programmazione della partenza differita; usare la lavastoviglie al di fuori degli orari di punta permetterà un notevole risparmio energetico e un minor impatto sull’ambiente.

Avere dei cestelli che possono essere alzati o abbassati in modo da adattarli alla grandezza degli accessori da inserire è un’altra importante caratteristica che sempre Bosch ha previsto nelle sue lavastoviglie.

Molte lavastoviglie hanno problemi nel pulire i bicchieri o, meglio, nel renderli perfettamente trasparenti, lasciandoli opachi o rigati di detersivo oppure non riuscendo ad eliminare completamente eventuali macchie di rossetto. Sia con Bosch che con le lavastoviglie Ariston, questo problema non si pone, perché producono entrambe elettrodomestici che conferiscono una tale lucentezza ai bicchieri da farli apparire nuovi, senza dover impiegare prodotti aggiuntivi o procedere a prelavaggio. Ariston prevede lavastoviglie dotate di programmi veloci, per lavare in poco tempo stoviglie poco sporche, senza dover necessariamente effettuare un lavaggio completo, con evidente risparmio sia di tempo che energetico.

A proposito di risparmio, sia Ariston che Bosch presentano modelli di classe A, A++ e anche gli ultimi arrivati A+++, che sono in grado di lavare in pieno carico con solamente 7 litri di acqua; risparmio energetico e di consumo di acqua in un colpo solo. Inoltre, sono presenti sistemi che, in base alla torbidità dell’acqua, permettono di aumentare o meno l’utilizzo della stessa, per garantire sempre la pulizia ottimale.

Da considerare il fatto che, per quanto possano essere sporche le lavastoviglie, non sarà necessario procedere ad un prelavaggio con del comune detersivo con i piatti; dalle teglie più incrostate utilizzate per cucinare la pasta al forno alle posate, dai bicchieri alle ciotole, tutto uscirà dalla lavastoviglie, oltre che pulito alla perfezione e senza la minima traccia di unto, con un profumo davvero invidiabile. Il tutto potendo lavare senza ricorrere ad alte temperature. Molte lavastoviglie Bosch presentano anche un terzo cestello realizzato appositamente per le postate che, in tale modo, non finiranno per occupare inutilmente lo spazio che potrà essere destinato ad altre stoviglie.

Ovviamente, quando si decide di acquistare una lavastoviglie, oltre a valutare tutte le sue caratteristiche, un occhio deve essere dato anche ai prezzi. Un fattore decisivo nella scelta delle lavastoviglie, però, non è il prezzo in sé ma è il rapporto qualità/prezzo. Da questo punto di vista, sia per quanto riguarda i modelli Bosch che per quelli Ariston, il rapporto è su livelli decisamente ottimi; prodotti realizzati con materiali di alta qualità, resistenti all’usura e a cicli di lavaggio molto intensi e frequenti nel tempo.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.