Opinione le bacche di Goji

0 2

Ultimamente si sente parlare molto delle bacche di Goji, anche se non tutti sanno esattamente di cosa si tratti. Ebbene, se in Occidente, però, la loro notorietà è aumentata soltanto di recente, nell’Oriente del mondo queste bacche sono note già millenni, così come da tantissimo tempo se ne conoscono le proprietà e le qualità che le hanno rese famose anche nel resto del globo.

Le bacche di Goji si ricavano da quelle che sono conosciute con i nomi scientifici di Licium Barbarum e Licium Chinese, piante originarie delle zone della Mongolia, dell’Himalaya e del Nepal. A renderle davvero uniche sono le sostanze in esse contenute, che ne fanno una miniera di sostanze nutritive davvero preziose per il nostro organismo.

Innanzitutto, le bacche di Goji sono ricchissime di vitamine: quella E e quella B1, ma anche la vitamina C, che aiuta l’organismo a difendersi dall’invecchiamento contrastando l’azione dei radicali liberi; la luteina in esse contenuta, inoltre, aiuta a proteggere la vista.

A completare il quadro degli effetti benefici apportati da queste bacche, poi, arrivano la grande presenza di calcio, fondamentale per mantenere in buona salute denti e ossa, ma anche gli omega 3 e 6, che svolgono un’azione importantissima per ricondurre a livelli normali il colesterolo, la pressione sanguigna e i trigliceridi.

Le bacche di Goji, inoltre, si contraddistinguono per la massiccia presenza di minerali, come il magnesio e il potassio, che rinforzano i tessuti muscolari, ma anche fosforo, manganese, ferro e rame, che sono di vitale importanza per quel che concerne la regolazione del metabolismo basale. Non bisogna poi dimenticare il cromo e lo zinco, che aiutano l’organismo ad assimilare nel modo corretto le sostanze nutritive.

Ovviamente, nonostante le virtù fin qui elencate, c’è da precisare che non è bene esagerare con le quantità: 30 grammi di bacche essiccate, come più frequentemente si trovano in commercio, sembra essere un quantitativo accettabile per un consumo giornaliero. Dovrebbe evitarle assolutamente, invece, chi è allergico ai pomodori. Infine, è bene sentire l’opinione del proprio medico, nel caso in cui si assumano delle medicine per la pressione alta o il diabete, o quando si prendono dei farmaci ad effetto anticoagulante.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.