OPINIONE pasta Barilla senza glutine

0 0

La celiachia colpisce moltissime persone in Italia e nel mondo: può manifestarsi come una semplice intolleranza al glutine dagli effetti collaterali lievi, fino a diventare una vera e propria allergia con conseguenze anche molto gravi.

Sono sempre di più gli esercizi commerciali che vendono prodotti per persone affette da celiachia ed essi si possono facilmente trovare anche presso supermercati ed ipermercati con scaffali e settori appositamente dedicati.

E’ recente la notizia che il pastificio più importante d’Italia, conosciuto in tutto il mondo, ha finalmente prodotto una linea di prodotti senza glutine.

Si chiama Barilla Senza Glutine e conta attualmente sei formati di pasta, uno lungo e cinque corti, due dei quali utilizzabili anche per zuppe e minestre. Ed è un numero destinato sicuramente a crescere.

La pasta Barilla Senza Glutine è preparata con mais bianco, mais giallo e riso ed ha un sapore piacevole e gustoso che non ha nulla da invidiare alla celebre pasta di grano duro consumata in ogni angolo del pianeta.

I formati attualmente proposti sono i Rigatoni, i Ditalini, le Stelline, le Penne rigate, i Fusilli e i classici Spaghetti. Le percentuali di ingredienti utilizzati sono il mais bianco per il 65%, il mais giallo per il 29,5% e il riso in percentuale minore, attorno al 5%.

Trovare questo tipo di pasta per persone affette da celiachia nel formato più conosciuto di tutti, quello della pasta Barilla, con la classica scatola blu in cartone quadrata e rettangolare è una buona novità per chi gira di frequente tra gli scaffali di supermercati e ipermercati.

Quello che colpisce ancora di più è però il prezzo a cui la nota casa di pasta italiana ha lanciato il prodotto: ogni confezione di pasta da 400 grammi si trova in commercio a 1,59 euro.

Un prezzo decisamente inferiore agli altri prodotti della stessa gamma ma di marche specificatamente per celiaci, che spesso sono sopravvalutate.

La pasta Barilla senza Glutine, a seconda dei diversi formati, ha tempi di cottura leggermente differenti rispetto ai formati tradizionali, che vanno dagli 8 minuti delle stelline agli 11 minuti dei fusilli.
Tutti i formati sembrano tenere la cottura molto bene e risultare molto gradevoli e delicati al palato.

La miscela di mais bianco, mais giallo e riso è decisamente equilibrata e il sapore del mais non è troppo forte al palato.

Inoltre la pasta Barilla Senza Glutine si fregia dell’importante logo circolare, verde e bianco, del Ministero della Salute: esso certifica la sua iscrizione nel Registro dei prodotti dietetici e senza glutine. Una garanzia non da poco.

Una nuova opportunità per tutti gli amanti della pasta che, pur essendo intolleranti al glutine, non vogliono rinunciare a gusto e sapore.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.