Opinione personale gioco “Agricola”

3

Agricola è un gioco da tavolo di gestione che proviene direttamente dalla Germania, dove questa tipologia di giochi in scatola è assai diffusa.
Lo scopo finale di Agricola è uno solo: al termine dei quattordici turni, il giocatore che è riuscito a creare la migliore fattoria, ovvero quella maggiormente produttiva, vince la partita.

I giocatori dovranno rivestire il ruolo di una coppia di agricoltori che deve far rinascere la propria fattoria dopo la peste: per raggiungere il proprio obiettivo, ogni giocatore ha, a sua disposizione quattordici turni e deve ricordarsi che non verrà premiato lo sviluppo di un solo settore, in quanto verrà presa in considerazione la fattoria nel suo complesso.
Per portare al termine tale scopo, il giocatore potrà seminare il terreno, comprare nuove attrezzature, fare degli investimenti e prestare la massima attenzione alle azioni che compiranno gli avversari.

Se un giocatore decide di piantare il grano, quello successivo non potrà compiere la stessa azione, ovvero dovrà dare da mangiare agli animali o effettuare altre scelte che non riguardino la semina,

Allo stesso tempo, colui che nel turno precedente ha piantato nel terreno, nel turno di gioco successivo dovrà obbligatoriamente compiere un’azione diversa.

Il gioco, composto da tre tabelloni che rappresentano tre aree differenti, ovvero il campo, la zona allevamento e il magazzino delle risorse utili per effettuare i miglioramenti, è accompagnato anche da una serie di carte da gioco, ognuna delle quali avrà uno scopo ben preciso.
Ad esempio, vi sono le carte azione, quelle dei piccoli miglioramenti e quella dei grandi miglioramenti: le prime permettono di effettuare, come dice il nome stesso, delle azioni mentre le seconde, che hanno un costo di risorse ben specifico, servono a migliorare la fattoria.

Sarà dunque importante scegliere che tipo di elemento sviluppare maggiormente: ad esempio, se per effettuare il miglioramento dell’allevamento, facendo crescere gli animali, sarà opportuno coltivare un determinato elemento, come il grano, per permettere lo sviluppo del bestiame.
Il gioco dunque si pone con degli aspetti assai collegati tra di loro, i quali rendono il gioco tanto interessante quanto intenso e basato sul calcolo e ragione.

Ovviamente, anche gli agricoltori dovranno essere sfamati, visto che in caso contrario, non sarà possibile poter proseguire nello sviluppo della propria fattoria e si perderanno dei punti preziosi, ritardando quindi il tipo di azione che si vorrebbe compiere.
Il gioco si conclude quando, tutti i giocatori, hanno completato il quattordicesimo turno: a portare a casa la vittoria è chi, durante il gioco, è riuscito a migliorare, in maniera omogenea, la propria fattoria, permettendole di poter sopravvivere ed essere completamente auto sufficiente.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.