Opinione personale su Fifa 2018

0 1

Se siete appassionati di gaming e siete appassionati di calcio, molto probabilmente al momento la vostra passione si chiama Fifa 18.
Ogni anno, giunti alle porte dell’Autunno, le attenzioni di molti appassionati si rivolgono sull’uscita della nuova edizione. Ma migliorare quella precedente diventa sempre più difficile. Ci saranno riusciti anche quest’anno?

Vediamo il Gameplay
Fifa 18, si porta alle spalle una serie di giochi ben strutturati, e non si pone certamente l’obiettivo di snaturare l’essenza dei predecessori.
Per quanto riguarda il gameplay è una la novità davvero sostanziale, che va a riflettersi poi su tutta l’esperienza di gioco. Parliamo del motore delle animazioni.
A partire da questa versione, infatti, le animazioni sono calcolate dopo ogni frame. Tutto ciò si traduce in un gioco decisamente più fluido, in cui il giocatore riesce ad avere il controllo totale sui singoli movimenti dei giocatori, dato che non vi è più il ritardo rispetto ai comandi che vedevamo in passato. Per farla semplice, i dribbling e il possesso palla hanno adesso tutta un’altra qualità e tutto un altro potenziale, a tutto vantaggio di quei campioni che sanno come muoversi palla al piede.

Le novità però non finiscono qui. Diciamocelo quanto detto fino ad ora va sicuramente a vantaggio dei giocatori più veloci e più abili nel dribbling. Ma in Fifa 18 essere veloci non basta. Infatti, in questa versione, è stato accentuato il divario tecnico tra i giocatori migliori e i giocatori dalle scarse abilità. Quindi sarà necessario avere anche un buon centrocampo per vincere le partite.
Grande attenzione è stata poi riversata sull’IA, con lo scopo di raggiungere un livello di realismo mai visto prima. Il team di sviluppo si è concentrato sullo studio dei maggiori club cercando di riprodurne poi, sul campo virtuale, la mentalità, lo stile e l’essenza del gioco. Ma anche per quanto riguarda i club più piccoli, quelli non analizzati nello specifico, è possibile individuare un “IA dinamica“, in grado cioè di rispondere attivamente alle situazioni in cui si trova a giocare.
Tutto questo si traduce nella necessità di un grande “controllo” da parte del giocatore, che deve essere in grado di studiare tatticamente la partita, di adattare il proprio gioco e di sfruttare pienamente le capacità dei giocatori.

Le modalità di gioco
Fifa 18, così come i suoi predecessori, non si ferma alle singole partite, ma offre varie modalità di gioco, in grado di rendere il tutto più interessante.
Per quanto riguarda la modalità carriera, le maggiori novità le troviamo nel mondo delle trattative, rese anche queste decisamente più realistiche. Oltre ad una gestione più intelligente delle trattative da parte dei club, sono state inseriti diversi aspetti prima mancanti, come i colloqui a mercato chiuso e le clausole di rescissione.

Passando alla modalità Pro Club troviamo invece poche novità.

Non manca poi il sequel della modalità Il viaggio, story mode che ci permette di indossare i panni di Alex Hunter, giovane promessa della Premier League, il tutto in maniera intensa e spettacolare.

Per quanto riguarda poi la modalità in assoluto più gettonata, ovvero il Fifa Ultimate Team, le principali novità in Fifa 18 sono rappresentate dalle introduzioni delle Icone, i grandi giocatori del passato, e della Squad Battle, simile alla già vista FUT Champions, ma giocata offline.

Le licenze
Se per Fifa le licenze hanno sempre rappresentato un punto di forza rispetto ai competitor, non mancano anche quest’anno diverse lacune per quanto riguarda il campionato italiano. Manca infatti la licenza ufficiale della Serie A e, anche a livello di cura dei volti e degli stati, non vi sono stati notevoli passi avanti.

In Fifa 18 vi sono state però notevoli ambientazioni all’atmosfera degli stadi e sono state aggiunte le licenze di alcune nazionali minori, oltre alla terza lega di Germania e alle grafiche ufficiali della MSL e della Liga Santander.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.