Opinione personale su “la mia vita non proprio perfetta” il nuovo romanzo di Sophie Kinsella

0 7

Tra le tante uscite letterarie di Febbraio, la nuova fatica di Sophie Kinsella non può passare inosservata.
Conosiamola meglio.

Sophie Kinsella torna in libreria

La mia vita non proprio perfetta è il nuovo romanzo di Sophie Kinsella uscito in Italia lo scorso 14 Febbraio.
Come in tutte le precedenti commedie, amatissime da milioni di affezionate lettrici, la scrittrice inglese riesce a raccontare storie agrodolci con talento, ironia, arguzia, sensibilità ed empatia ineguagliabili.

 

Una commedia agrodolce sull’apparire

Madeleine Wickham, vero nome di Sophie Kinsella, racconta in “La mia vita non proprio perfetta” la storia di Katie, una giovane donna di ventisei anni proveniente dalla campagna inglese che vorrebbe diventare una londinese con la L maiuscola.
Katie, infatti, ama la vita frenetica e scintillante della metropoli, ma non può permettersi economicamente di darsi alla pazza gioia. A causa di stage mal retribuiti e occupazioni precarie, come tanti giovani, Katie è sempre senza soldi. Divide una piccolissima casa con altri ragazzi, con i quali per di più non va molto d’accordo, può acquistare solo abiti al mercato e mangia il minimo indispensabile per sopravvivere. Ma nonostante tutto, resiste e va avanti con la sua recita.
Katie vive, difatti, un’esistenza parallela sui social. Pubblica su Instagram immagini patinate facendo credere di condurre una vita modaiola ed eccitante, mentre la realtà è fatta di frustrazioni e mortificazioni. Sogna di essere come Demeter, la quarantenne responsabile dell’agenzia di marketing per la quale lavora, sicura di sé, ricca di glamour, realizzata nel lavoro e nel campo sociale, ma viene licenziata.
Katie si trova così costretta a tornare nel Somerset, dai genitori, senza sapere che le sorprese sono proprio dietro l’angolo.

Con il sorriso sulle labbra, Sophie Kinsella affronta il tema dell’egemonia dell’immagine e dell’apparenza rispetto alla realtà e fa riflettere sul narcisismo e sulla crescente dipendenza dai like.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.