Opinione personale su Pro Evolution Soccer 2018

0 0

Arriva il nuovo PES 2018

Non c’erano dubbi sul fatto che Konami, con il suo Pro Evolution Soccer, lanciasse anche per il 2018 il suo guanto di sfida ad Electronic Arts per stabilire qual’è il titolo calcistico migliore sul mercato.
Vediamo allora quali sono le novità, i pregi e i difetti del nuovo PES.

Konami aumenta il realismo

Già disponibile su Xbox ONe, PlayStation4 e PC, PES 2018 non stravolge la sua impostazione di base e mette a disposizione del giocatore poche, ma significative novità.
Il setup delle rose dei calciatori, al primo avvio di PES, è veloce e molto intuitivo, con update costanti che incrementano il realismo e l’esperienza di gioco, sempre fluida e di ottimo livello.
La prima importante novità la possiamo individuare immediatamente: il gameplay è molto più dettagliato della precedente versione, un salto in avanti che farà molto piacere agli appassionati del titolo di Konami. Anche le introduzioni alle partite sono realizzate con un notevole realismo ed i movimenti dei calciatori risultano fluidi e naturali.

Velocità di gestione

PES 2018 migliora notevolmente le possibilità di gestione delle tattiche di gioco, sia difensive che offensive naturalmente. Rispetto alla versione precedente il giocatore ha a disposizione un ventaglio di parametri decisamente più ampio e quindi l’opzione di incidere in modo molto più marcato sulla partita, con un livello di personalizzazione del gioco non possibile precedentemente.
Anche le differenze fisiche dei calciatori sono rese con maggiore evidenza e bastano solo pochi minuti di gioco per comprendere come non si tratti solo di grafica, ma è presente un maggior realismo anche nelle dinamiche di movimento dei calciatori, con un livello di dettaglio che Konami ad oggi non aveva ancora raggiunto.

La grafica di PES 2018

Con il nuovo Pro Evolution Soccer Konami ha notevolmente migliorato il motore grafico del gioco, come abbiamo detto all’inizio della nostra recensione. Tutto è veramente ben definito, a partire naturalmente dai calciatori, anche nella mimica delle espressioni facciali nelle varie fasi di gioco.
Non mancano piccole sbavature, come qualche texture che nelle prossime versioni di PES potrebbe essere migliorata, ma nell’insieme il Fox Engine svolge un ottimo lavoro che contribuisce ad un’immersione nel gioco totale e decisamente entusiasmante.

La modalità Diventa un Mito

PES 2018 di Konami mette a disposizione diverse modalità destinate ad incrementare le opzioni a disposizione per un esperienza di gioco più ricca e varia.
La modalità Diventa un Mito è incentrata sulla figura di un singolo calciatore che ha un solo obiettivo: costruire una carriera da top player. Per raggiungere questo obiettivo sarà necessario distinguersi in tutte le squadre in cui militeremo, cercando di vincere più trofei possibili sia a livello di squadra che sul piano individuale, compreso naturalmente il Pallone d’oro che rappresenta il punto di arrivo di una carriera al vertice.

Pro

– Modalità Diventa un Mito.
– Licenze UEFA e AFC.
– Ottimo realismo generale.
– Setup delle squadre comodo e veloce.

Contro

– Ogni tanto, durante le uscite del portiere, si registra un fastidioso calo nel frame rate.
– I difensori mostrano troppi passaggi a vuoto.
– Mancano diverse licenze ufficiali.
– La telecronaca è poco varia e spesso risulta monotona e ripetitiva.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.