Opinione personale sulla nuova Lambretta

0 1

L’arrivo di un nuovo scooter di rado suscita un così grande interesse ma come a volte capita, esiste l’eccezione che conferma la regola e l’eccezione in questo caso si chiama Lambretta.
Nata alla fine degli anni 70′ la Lambretta ha rappresentato per anni un’icona della motoristica a due ruote italiana, trono diviso a metà con la Vespa Piaggio.

1)Salto nel futuro con un’occhio al passato

Il progetto della nuova Lambretta nasce dalla mano di Alessandro Tartarini, erede di quel Leopoldo che in passato fondò la Italjet che per realizzarla si ispirò alla Special degli anni sessanta.
La produzione verrà suddivisa e disclocata tra gli stabilimenti di Bergamo e Taiwan.

Il risultato, che vedremo in commercio i primi mesi del 2018, è uno scooter che si contraddistingue in primis per il design retrò, senza discostarsi dal modello degli anni sessanta, ma non meno per la scocca in lamiera e le elegantissime combinazioni di colori.
Nella costruzione della nuova Lambretta parte della scocca risulta essere costituita di plastica, ma il suo utilizzo non eccessivo la rende facilmente confondibile col restante materiale. Fari posteriori e anteriori entrambi a led, freni a disco fronte e retro la Lambretta monta un moderno motore a quattro tempi di ultima generazione.
Il sottosella, nonostante non risulti essere particolarmente profondo, è abbastanza spazioso con la possibilità di poggiare uno zaino o una borsa nello spazio dove si poggiano le gambe, assicurando lo stesso con un gancio.

2)Prezzi
L’interesse per la Nuova Lambretta non si limita solo al mercato europeo. Infatti sono stati trovati nuovi importatori in Australia, Corea e Thailandia.
I prezzi di vendita in Italia, nonchè Fracia, Austria, Svizzera e Germania sono già stati stabiliti dalla casa produttrice; il modello V50 Special partirà da 2.799 euro, il modello V125 partirà invece da 3.399 euro ed infine il V200 special da 3.999 euro.
Per il momento gli appassionati potrenno godere di questi tre modelli in attesa di allestimenti più sportivi ed elettrici.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.