Opinione Renault ZOE

0 2

Con la ZOE la Renault ha messo sul mercato un’ottima auto elettrica, il cui ambito però è unicamente la città. In una compagine urbana infatti la ZOE è in grado di dare il massimo di sé, sfruttando al meglio delle dimensioni compatte e una pronta risposta da parte dell’unità elettrica. A ciò infine si aggiunge un’autonomia pari a circa 150 km, ovvero il fabbisogno del guidatore medio tra le strade della propria città.

L’impatto con le forme estetiche è alquanto straniante, dal momento che la Renault, stando alle apparenze, sembra aver ideato una piccola monovolume futuristica, decisamente accattivante. Le linee sono morbide, e lasciando intravedere un chiaro legame con la Clio, che sfuma però quando si parla di design. Ottima scelta quella dei Led, che hanno il pregio di far risaltare il comparto ottico, rendendolo un punto di forza. Sul retro invece è da apprezzare il voluto effetto sportivo, con uno spoiler dedicato che ne caratterizza la visuale.

L’abitacolo è di per sé alquanto semplice, con linee decise e semplici, ma soprattutto con una dotazione digitale ammirevole. La plancia è dotata al centro di un display touch, grazie al quale è possibile gestire ogni aspetto del sistema R-Link, ovvero la centrale multimediale della vettura. Grazie a questo sistema di bordo è possibile sfruttare il navigatore e avere accesso ad altre applicazioni, come ad esempio quelle inerenti i social network o le colonnine per la ricarica in strada. Sorprendentemente non manca spazio a nessuno in quest’auto, sia per i due seduti sui sedili anteriori che per quelli sui posteriori, con tanto di bagagliaio da 338 litri.

Quando si parla di ZOE si fa riferimento a un’elettrica in tutto e per tutto, senza alcuna alternativa. Il motore dunque è un sincrono a magneti permanenti, in grado di generare fino a un massimo di potenza di 88 CV, con una coppia da 220 Nm. La Renault ha inoltre studiato la modalità “Eco”, che consente al guidatore di aumentare l’autonomia, limitando ovviamente la potenza dell’auto, che cala per la precisione a 59 CV. Comodo il comparto ricarica, con batterie al litio che si possono ricaricare grazie a una normale presa domestica, anche se una semplice presa da 3 kW non basterebbe a reggere il peso dell’auto e di eventuali altri elettrodomestici in funzione. Meglio dunque avere a disposizione dei kW in più. Se si effettua una ricarica in strada, con una colonnina da 22 kW, il processo durerà un’ora, mentre in casa, ipotizzando 3 kW a disposizione, ci vorranno dalle 6 alle 9 ore.

Come detto il suo ambiente è la città, e lo dimostra con un volante leggero, facile da manovrare in spazi angusti e in mezzo al traffico. Soprattutto però offre un ottimo scatto in partenza, per questo non si dovrà accelerare più del necessario per ripartire in seguito a una sosta prolungata (per esempio al semaforo). Il prezzo parte da 21.650 euro per una dotazione di base a dir poco esaustiva.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.