Opinione Telegram

0 2

Telegram può essere una valida alternativa a Whatsapp? Per molti utenti sembra di sì, visto l’incredibile processo di ascesa che questa applicazione sta vivendo nelle ultime settimane, raggiungendo picchi massimi d’iscrizione che sfiorano il milione di nuovi utenti giornalieri.

Boom d’iscrizioni, bisogna ammetterlo, alimentato dal crash dell’applicazione di messaggeria istantanea per eccellenza che, in maniera tecnologicamente involontaria, ha permesso ai propri competitor di guadagnare terreno rispetto all’app recentemente acquistata da Facebook.

Ma quali sono le caratteristiche che rendono questo applicativo gratuito un’interessante opzione a Whatsapp? Prima di tutto la privacy e la sicurezza: i messaggi inviati tra gli utenti sono “pesantemente” criptati e possono, sfiorando il paradossale, autodistruggersi in casi specifici. Poi la possibilità di accedere ai propri contenuti (messaggi) da qualsiasi dispositivo e non solo ed esclusivamente dal proprio smartphone (opzione possibile grazie alla costruzione di un sistema Cloud-Based).

Ed ancora, gli esperti stimano che Telegram è l’applicazione capace di inviare i messaggi più velocemente di qualsiasi altra in commercio, sfiorando la velocità della luce. Il rischio di “down-del-sistema” è praticamente ridotto a zero, vista la distribuzione planetaria dei server dedicati utilizzati dall’applicazione. Inoltre, Telegram, possiede un’API aperta ed un protocollo gratuito oltre a non imporre dimensioni massime per i contenuti scambiati tra utenti. Infine, la app non ospita alcuna pubblicità e sarà totalmente gratuita per sempre.

Telegram è disponibile per iPhone (su piattaforma iOS) e per Android e si installa con una rapidità disarmante, semplicemente scaricandola ed inserendo il proprio numero di cellulare. Successivamente riceverete il classico messaggio contenente un codice di quattro cifre che dovrete inserire nell’applicazione ed il gioco è fatto: ora siete pronti per personalizzare il vostro profilo con tanto di nome, cognome, foto ed informazioni personali.

Entrando nelle impostazioni di Telegram potrete personalizzare, inoltre, lo sfondo delle chat, decidere i suoni o disabilitarli, gestire gli utenti bloccati e le chat attive.
Una delle opzioni particolarmente apprezzate dagli utenti e non presenti su Whatsapp, è la facoltà di creare una serie di chat segrete con la possibilità di definire precedentemente il tempo della loro autodistruzione, da un minimo di due secondi ad un massimo di una settimana.

Oltre alle applicazioni per iPhone ed Android, Telegram è disponibile in versione beta (non stabile) anche per Windows, Windows Phone, Mac e Linux, aumentando così le opportunità di utilizzo e di sviluppo di una comunità di utenti in costante (e forse irrefrenabile) crescita. Se vi siete innamorati di Whatsapp, Telegram non vi deluderà sicuramente, nemmeno al secondo appuntamento.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.