Panda Trekking (auto)

0 2

Ci sono molti modi per definire una vettura con le caratteristiche di Fiat Panda Trekking.

Innanzitutto, in un’ottica commerciale, passerà alla storia come il primo CUV, ovvero una City Utility Vehicle, con la particolarità delle cinque porte che la rende ancora più comoda e confortevole. La realtà, invece, ci mostra una macchina estremamente versatile che non si accontenta d’essere ideale per la città, ma si presta volentieri a diversi tipi di tracciati e di situazioni.

E’ senza dubbio una city car perché è stata progettata con delle caratteristiche che sicuramente facilitano l’andamento nel traffico cittadino o metropolitano e le noiose manovre di parcheggio. Infatti, pur disponendo di un ampio volume interno grazie alla grande flessibilità dei sedili, riesce a mantenere, per l’esterno, dimensioni contenute. Inoltre è stata costruita con grandi superfici vetrate e con una posizione di guida piuttosto alta che permette una visibilità completa e ottimale.

La Panda Trekking inoltre può essere un ottimo e affidabile fuoristrada, certamente non per i percorsi più estremi, ma la tenuta in condizioni critiche è sorprendente. Innanzitutto perché mantiene l’altezza della panda 4×4, con il telaio sollevato di cinque centimetri, ma è soprattutto grazie al sistema a trazione anteriore Traction Plus che la guida fuori dai tracciati normali rimane divertente e sicura. La modalità Traction Plus, che si attiva attraverso un pulsante inserito sulla plancia, permette un aumento della motricità dell’autovettura sui terreni impervi, viscidi, scivolosi e senza particolare aderenza simulando di fatto la funzione di un differenziale autobloccante elettromeccanico. In questo modo è assolutamente garantita una tenuta di strada ottima e una stabilità di direzione fino alla velocità di 30 km/h senza il bisogno della trazione integrale.

Dal punto di vista pratico, dunque, la Panda Trekking permette una guida piacevole e sicura assecondando i gusti del conducente libero di scegliere il suo percorso preferito. Il tasto dolente della Panda Trakking è nel prezzo. Tutte le versioni disponibili assicurano auto ecologiche e soprattutto che consumano davvero poco, ma a discapito di un prezzo iniziale, molto probabilmente, eccessivo,  ammortizzabile con i consumi in un lasso di tempo purtroppo troppo ampio. La versione con il motore 0.9 TwinAir da 85 Cv costa 15.200 euro, mentre la Panda Trekking MultiJet da 75 Cv ha un prezzo 15.900.

Per finire, con la versione più interessante, la 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV alimentata con il doppio sistema metano/benzina, si arriva addirittura a 17.450 euro. Fiat ancora una volta dimentica di abbinare ad auto progettate per la gente comune dei prezzi popolari e accessibili. Davvero un grande peccato.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.