Pino Giordano (cantante)

0 7

Pino Giordano è l’idolo della ragazzine dai dodici anni in su.
Anche meno di dodici anni?
Non so, certo con quell’aria birichina e il musetto che si ritrova non c’è da meravigliarsi, se le giovanissime provano un debole per il bel Pino.

Pino Giordano è quello che si può chiamare un napoletano verace, visto che è nativo proprio di Napoli, è il 1993.
Sin da giovanissimo si lascia irretire dalla musica e si dà da fare, arrivando a pubblicare il primo album nel 2007, 14 anni appena.
Il titolo CRESCENDO NELLA MUSICA indica un po’ quella che è la sua vita, quasi abbia succhiato dal seno accordi musicali insieme al latte materno.

I brani registrati sono otto, tutti emozionanti, almeno per i giovani,

1. ABC
2. Quante emozioni
3. Una storia esagerata
4. Ie chillo te’ a scurda’
5. Nun pazzia’
6. Comme si bella
7. Bambola
8. Frammenti

e lui si presenta con il viso in primo piano di un monello, un preadolescente, quasi voglia ipnotizzare chi lo guarda e magari… far cadere nella rete la più bella del reame.

Sono otto canzoni e, in un susseguirsi di ritmi caratteristici della musica napoletana, un po’ si somigliano tra lo scanzonato e il ripetersi di ritornelli a volte uguali, a volte spensierati, a volte lacrimosi e ossessivi.

E l’album è quello che ha dato inizio alla sua carriera di cantante, sicuramente precoce, fatta di concerti, di feste in piazza, di inviti a matrimoni e cresime e tante altre occasioni ricorrenti nel quotidiano napoletano pieno di allegria, di salti mortali e nenie a volte lamentose a volte irrispettose, a volte invece piene di complimenti per la donna, meglio… la ragazzina amata.

Sarà proprio “Una storia esagerata” il suo primo video a farlo conoscere in tutta Italia.
A seguire il duetto con Cristian nell’altro successo “Nun pazzia’ “, un po’ strappa lacrime per la scoperta di aver perso la madre

“caro Gesù, ti prego non giocare pure tu, vogli a mammà, a vit e long e m’adda accumpagna’…”,

ma certo nella più sentita tradizione napoletana, anche se è una storia un po’ incerta nel testo.

Arriva infine il nuovo album VIVO DI MUSICA, dicembre 2010, una variazione sul tema visto che l’artista sta crescendo, ma sempre in simbiosi con la sua musica.
Altri brani, una voce più profonda, sempre melodica, sempre la stessa passione:
1. Milù
2. ‘N’atu filone
3. La mia bambina
4. Tutti quei battiti
5. MP3
6. Azzeccosa e vummecosa
7. Nun m’adda chiamma’ (duetto con Anthony)
8. Piccola
9. Dint’a n’attimo
10 Carnale modella
11. Bianco rosa celeste e blu
12. Vieneme a piglia’ (duetto con Cristian)
13. Voglio coccolarti
14. Dint’ascensore

I tempi sono cambiati e se nel video di “Una storia esagerata” il ragazzino “giocava” a innamorarsi, voleva sposare la sua bella e agganciava insieme a lei il lucchetto dell’amore eterno, in quest’album il bel Pino “dint’ascenore” vuole comunicare di saper passare all’attacco della sua bella proprio nella cabina per…

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.