Pirati dei Caraibi 4 (film)

0 3

Il quarto episodio della saga dei Pirati dei Caraibi si intitola in lingua originale Pirates of the Cribbean: On stranger tides. Il film uscirà in 3d nel 2011, distribuito dalla Walt Disney Pictures per la produzione di Jerry Bruckheimer. Annunciato per la prima volta nel settembre del 2008, il film è stato girato principalmente nelle isole Hawaii. La trama prende ispirazione dal racconto di Tim Powers On stranger tides, che è lo stesso brano che ha ispirato il gioco della LucasArts The secret of Monkey Island. In questo nuovo capitolo dei pirati vediamo il capitano Jack Sparrow, ancora interpretato da Johnny Depp, in cerca della Fonte della Giovinezza, e impegnato a fronteggiare il pirata Barbanera. È la prima pellicola della saga diretta da Rob Marshall, che prende il posto di Gore Verbinski. Il film dovrebbe uscire, secondo le previsioni, il 20 maggio del 2011, sia in tre dimensioni che in due dimensioni. Si tratta del primo episodio della saga che esce in 3d, il secondo del regista, che si è già cimentato in questa tecnica con G-Force. La trama: il capitano Jack Sparrow rincontra una donna del suo passato, che ha il volto di Penelope Cruz, ma non riesce a capire se quello che lei gli manifesta sia vero amore oppure se lo stia solo sfruttando per arrivare alla Fonte della Giovinezza. Quando egli si ritrova sulla Queen Anne’s Revenge (La vendetta della regina Anna), la nave del terribile pirata Barbanera (interpretato da Ian McShane), Jack si ritrova in difficoltà, e non sa se deve temere di più Barbanera o la donna. Il cast comprende, oltre ai tre attori citati, anche Stephen Graham nei panni di Scrum, Geoffry Rush nei panni del Capitano Barbossa, e Kevin McNally nei panni di Joshamee Gibbs. Come detto, il regista del film è Rob Marshall, conosciuto per Nine e Chicago. La saga ha già incassato quasi tre miliardi di dollari. La sceneggiatura anche per questo quarto episodio è affidata a Terry Rossio e Sam Elliott, mentre la produzione è a cura di Chad Oman, Mike Stenson, Barry Waldman, Terry Rossio, John DeLuca e Ted Elliott. La scenografia è opera di John Myhre, che nel curriculum vanta due nomination all’Academy Award per Chicago e Memorie di una geisha, mentre la costumista, confermata, è Penny Rose. Il supervisore degli effetti speciali è Charles Gibson, che ha già vinto un Oscar con i Pirati dei Caraibi. Il coordinatore degli stunt, infine, è George Marshall Ruge, che già aveva lavorato nei primi tre capitoli pirateschi, mentre il montaggio è dei premi Oscar David Brenner e Michael Kahn.
Terminata la storia d’amore tra Orlando Bloom e Keira Knightley, dunque, non sembra essere terminata, invece, l’attrazione che la saga è in grado di esercitare su grandi e piccini. Merito, in particolar modo, del fascino carismatico di Johnny Depp, su cui vive ancora una volta la trama.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.