Plum Lucky di Janet Evanovich (Libro)

0 0

Plum Lucky è un romanzo criminale scritto nel 2008 da Janet Evanovich. Il libro racconta la storia di Stephanie Plum, che mentre si sta dirigendo per uno spuntino di mezzogiorno al Cluck-in-A-Bucket, insieme con il suo braccio destro Lula, incontra sulla propria strada una vecchia signora che sta tirando un borsone da un angolo della strada, prendendo a calci e schiaffi un ometto con pantaloni verdi. Quando egli le salta addosso e tenta di bloccarla, Stephanie si accorge che si tratta di sua nonna Mazur. Entra anche lei nella mischia, toglie l’uomo dalle grinfie della nonna. L’uomo fugge senza la borsa, mentre nonna sostiene che la borsa stessa sia sua, poiché l’ha trovata incustodita sul marciapiede, e che l’omino coi pantaloni verdi aveva cercato di rubarla. Stephanie e Lula danno alla vecchina, e alla borsa, un passaggio a casa. Il giorno successivo, un avvenente fusto, Diesel, irrompe nella vita di Stephanie, che è già molto incasinata dal punto di vista amoroso. Diesel e Stephanie si recano dalla mamma di lei, e qui trovano una brochure del casinò di Atlantic City sul comò della nonna. Poiché la nonna ha appena riscosso il proprio assegno della pensione, non è difficile immaginare che con i soldi appena avuti si sia diretta al casinò. Tuttavia, nella stanza manca anche la borsa. Diesel e Stephanie decidono, dunque, di recarsi ad Atlantic City, per tirare la nonna fuori dai guai. Diesel raccoglie un po’ di informazioni, e mettendo insieme i tasselli del puzzle si capisce che l’omino coi pantaloni verdi c’entrava qualcosa con la borsa. Inizia così una vacanza tragicomica per Stephanie. Intanto Nonna con i soldi si è comprata un camper, e ad Atlantic City ha affittato una suite al Casinò Daffy. Quindi, decide di giocare i soldi contenuti nella borsa, circa un milone, alle slot machine. Per il personaggio di Nonna Mazur, l’autrice si è ispirata a sua nonna e a sua zia. La Evanovich è una scrittrice americana di seconda generazione, nata e cresciuta nel New Jersey, da madre casalinga e padre macchinista. Divenuta scrittrice all’età di trent’anni, ha preso lezioni di improvvisazione teatrale per apprendere l’arte della narrazione e del dialogo scritto. La serie di Stephanie Plum ha avuto molto successo in patria: si tratta di un’eroina, una cacciatrice di taglie, che racconta le proprie vicende in prima persona. Generalmente, i libri della serie Plum possono rientrare in opere romantiche d’avventura, come anche questo Plum Lucky. La protagonista dei suoi romanzi presenta molte caratteristiche in comune con lei, fra le quali il fatto di provenire dal New Jersey, l’aver posseduto un criceto e il ficcarsi in molte situazioni imbarazzanti.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.