Recensione “Atlas” ultimo brano dei Coldplay

0 2

E’ uscito lo scorso 5 Settembre il nuovo singolo della band Coldplay dopo una serie di circostanze che hanno visto posticipare la data della pubblicazione che era stata fissata inizialmente per il 26 Agosto. Con questo brano, che anticipa l’uscita del loro nuovo disco, i Coldplay hanno deciso per la prima volta di incidere una colonna sonora che andrà ad accompagnare le scene del film “The Hunger Games: Catching Fire” diretto da Francis Lawrence.

L’ultimo lavoro del gruppo capitanato da Chris Martin fu l’album “Mylo Xyloto” uscito ormai nel lontano 2011, a due anni di distanza la loro voce torna ad essere radiodiffusa e “Altas“, questo è il nome del nuovo singolo, si propone come un grande successo che anticiperà l’uscita dell’intero album prevista per il 2014.

Il nuovo brano è stato prodotto dalle stessa band con l’aiuto di Daniel Green e Rik Simpson e ripropone le sonorità tipiche degli album che lo precedono, dal punto di vista del testo invece sembrerebbe toccare un argomento particolare: la fiducia reciproca dei personaggi principali del film, Katniss e Peeta.
La canzone si sposa perfettamente con il film in quanto il suo testo è pieno di richiami ad atmosfere dal sapore fortemente onirico, il ritorno ad un tempo passato che però continua ad essere attuale e che mescola fantasia a realtà, il tutto sapientemente accompagnato da melodie dolci e dal sapore malinconico tipico del loro rock contemporaneo.

La canzone inizia con suoni cupi e molto “liberi” dal punto di vista compositivo, ma bastano pochi passaggi per portarla a svelarsi per quella che è realmente: una produzione di note molto trasparenti che lasciano ampio spazio alle percussioni.

Non ci è ancora dato sapere quali saranno le altre tracce che andranno a comporre l’intero album ma una cosa è certa: con questo pezzo Chris ha saputo far emozionare il suo pubblico facendo trasparire, a detta del produttore del film, Tracy McKnight, la passione che egli stesso nutre per la saga dei libri ‘The Hunger Games’. Non male per un rientro sul mercato discografico dopo una così lunga assenza!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.