Recensione film Hunger Games – La ragazza di fuoco

0 3

150 milioni di dollari rappresentano il budget speso per la realizzazione della pellicola ‘La ragazza di fuoco’ secondo capito di una saga che ne prevede ancora un altro, dopo aver visto il primo Hunger Games.

Campione di incassi negli Stati Uniti, questo sequel resta fedele al romanzo scritto da Suzanne Collins.

La storia si articola sui personaggi già conosciuti nella prima pellicola e fa perno sul personaggio di Katniss Everdeen, la vincitrice degli Hunger Games che si trova a dibattersi con la storia d’amore tra Gale e Peeta e a contrastare – spesso ubbidendo – al Presidente Snow, magistralmente interpretato da Donald Sutherland al quale l’età pare donare un’aria di estrema saggezza.

Il cambio del regista Francis Lawrence pare aver giovato alla dinamica della pellicola che, rispetto al primo capitolo, è decisamente più convincente anche grazie alla personalità di Jennifer Lawrence (premio Oscar quale miglior attrice nel film ‘Un gelido inverno’) che entra decisamente nel personaggio di Katniss regalando agli spettatori una esatta trasposizione emozionale che azzera totalmente le differenze tra attrice e ruolo, unendole in una magnifica visione d’insieme.

La trama è articolata e vede Katniss e Peeta tornare a casa nel Distretto 12 dopo la vittoria dell’ultima edizione degli Hunger Games. Il loro compito è quello di fare un tour per tutti i distretti per onorare coloro che sono morti nei giochi ma, prima della partenza, il presidente Snow fa una visita a Katniss e le ordina che lei deve fingere di essere innamorata di Peeta, per seguire quello che aveva fatto credere dentro l’arena durante i giochi e questo perché, in caso contrario, darebbe il via ad una rivolta che causerebbe milioni di morti e la distruzione del Distretto 12.

E’ l’inizio di un intreccio che vede l’embrione di una rivoluzione che parte dal Distretto 11, prima tappa del tour dei vincitori, quando i due per rendere omaggio ad una alleata morta nei Games, evitano di leggere un testo già preparato e parlano spontaneamente ricevendo un cenno di rispetto da parte di un anziano che per questo, viene ucciso da un Pacificatore.

Episodi simili avvengono anche in altri Distretti che iniziano a non credere più alla falsa storia di amore e, per avvalorarla nuovamente, Katniss decide di sposarsi con Peeta.
Rientrata a casa, Katniss scopre che tutti gli abitanti devono rispettare delle severe regole alle quali tenta di ribellarsi. Il tutto mentre Snow pensa di eliminare tutti i vincitori degli Hunger Games credendo che questi si sentano invincibili.

La storia prosegue con l’edizione della Memoria degli Hunger Games che si tiene ogni venticinque anni e che vedrà di nuovo la nostra eroina, essendo l’unica vincitrice femmina del suo Distretto, a misurarsi nuovamente nell’arena.
E questo sarà l’inizio della fine che però, ancora dovrà esserci raccontata.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.