Recensione film Robin Hood: il Nuovo Volto di Robin

0 4

Diretto da Ridley Scott, la nuova trasposizione cinematografica del ladro, che ruba ai ricchi per dare ai poveri, è stata distribuita nelle sale cinematografiche nel 2010. Attori protagonisti sono Russel Crowe e Cate Blanchett. La pellicola dura oltre due ore, appartiene al genere d’azione e avventura. Il film in origine era stato pensato per rappresentare la figura del temibile sceriffo di Nottingham, il progetto è poi sfumato e la sceneggiatura si è concentrata sulla vita di Robin Longstride prima che diventasse il ladro leggendario.
Le prime scene si sviluppano in Terra Santa, durante la Terza Crociata comandata dal re inglese Riccardo Cuor di Leone. Robin Longstride è un semplice arciere al soldo del re. Dopo l’ennesima battaglia, stanco di oltre dieci anni di combattimenti l’uomo, insieme ad un gruppo di soldati, decide di disertare e tornare in Inghilterra. Durante il viaggio di ritorno si imbatte in un’imboscata. Un gruppo di nobili cavalieri è stato aggredito da quelli che apparentemente sembrano mercenari senza scrupoli. In realtà si tratta di un complotto ordito per uccidere il re, che nel frattempo ha già perso la vita in battaglia. In punto di morte uno dei cavalieri, Sir Robert di Loxley, strappa a Robin la promessa di riportare la spada del cavaliere al padre, che si trova a Nottingham. L’uomo prende l’identità del cavaliere morto e torna in Inghilterra, assiste all’incoronazione di Giovanni, fratello minore del re e per tenere fede alla promessa fatta arriva a Nottingham. Il vecchio Sir Walter appresa la notizia della morte del figlio chiede a Robin di restare al suo castello per qualche tempo. L’uomo dovrà continuare a fingere di essere il figlio altrimenti le sue terre finiranno in mano alla corona. L’unica ad essere diffidente nei confronti dell’uomo è Lady Marian, vedova di Robert. A poco a poco l’uomo si farà apprezzare per la sua lealtà. Nel frattempo piani più grandi sono mossi da Godfrey, l’uomo che apparentemente è il braccio destro di re Giovanni, ma in realtà è un mercenario al soldo del re francese. L’aumento delle tasse portato avanti dal re crea malcontento e tensione. I baroni del Nord si muovono contro la corona inglese, mentre sulle coste del sud sbarcano i francesi. Robin, che nel frattempo ha potuto fare chiarezza anche sulle sue origini, propone al re un patto di aiuto. Gli inglesi avranno finalmente una Carta dei Diritti e lui avrà salva la corona. Il re accetta e la battaglia finale vede i soldati inglesi, capeggiati da Robin, sconfiggere le truppe francesi. Nel finale il re viene meno alla parola data e dichiara Robin un fuorilegge. Il film è consigliato a tutti gli appassionati del genere d’azione e avventura. Si vede un nuovo punto di vista sulla leggenda del fuorilegge Robin Hood. Il dvd del film è stato rilasciato pochi mesi dopo l’uscita nelle sale, il costo è intorno ai 15 euro.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.