Recensione Jean Paul Gaultier: le nuove fragranze di Classique e Le Male

0 5

Classiche, mistiche, brillanti, solo così si possono definire le fragranze create nel corso degli anni da Jean Paul Gaultier, l’enfant terrible francese che non è solo un semplice personaggio e creatore di stile, ma una figura che ha saputo farsi strada con le sue sole forze nel difficile mondo dell’alta moda e della profumeria.

Alcune delle creazioni di Jean Paul Gaultier sono ormai ascese all’olimpo delle fragranze più conosciute e apprezzate al mondo, sia che si parli di profumi femminili che maschili. Una delle migliori tra queste è sicuramente Classique, profumo sensuale, ammaliante, estremamente femminile e voluttuoso, dalla tipica essenza capace di farsi riconoscere anche ad occhi chiusi.

Rivisitato nel corso degli anni, dalla prima versione l’intensità dell’ambra, della vaniglia e dei fiori d’arancio hanno acceso ancor di più quel gusto olfattivo assopito da tempo: un fondo di rosa e zenzero, pungente e tentatore ma allo stesso tempo dolce e zuccherino, accompagna l’armonia di tutte le essenze pregiate che costituiscono questo profumo, trovando un equilibrio perfetto con una nota calda e delicata, adatta per ogni tipo di donna e in ogni occasione della giornata. Altra particolarità fondamentale inoltre, è il flacone, un busto con bustino, plasmato perfettamente da curve e opalescenze in pizzo nella versione eau de perfume, e opache e morbide per l’eau de toilette.

Se Classique però è la creazione di punta per l’universo femminile, l’esatto opposto è Le Mâle, profumo virile e intenso pensato per gli uomini di Gaultier, marinai in cerca di porto che si imbattono nella sirena ammaliatrice delle fragranze perfette.

La caratteristica di questo profumo è una sola: il contrasto. Ingredienti come la menta e la fava tonka, frizzanti, acuti, ambrati e a tratti orientali, sfidano in una battaglia alla pari cedro, lavanda e bergamotto, dalle tonalità forti e acute, sprezzanti e di grande risalto. Anche in questo caso è il flacone però a vincere, con un busto maschile ben scolpito in tutti i suoi tratti, coperto solo da una canottiera a righe opache, che lascia intravedere tutto.

In versione più briosa e solare invece, Jean Paul Gaultier ha creato la sue due punte con rivisitazioni su tema estivo, Classique Eau D’eté e Le Mâle, Cologne Tonique. In questo caso i padroni del gioco dei sensi creato dall’artista sono la clementina di Sicilia, il potente cardamomo e la freschezza dell’iris bianco.
Un remake annuale che si tinge di inchiostro tra tatuaggi per questa collezione, dove i due protagonisti, i due busti, finalmente si incontrano ricoperti da tatuaggi che richiamano la cultura e l’arte dell’estremo oriente e del Giappone.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.