Recensione The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca

0 1

Il film è tratto da una storia vera, quella narrata nell’articolo “A Butler Well Served” by This Electio pubblicato sul quotidiano “Washington Post” e scritto dal giornalista Wil Haygood. Nella trasposizione cinematografica la pellicola ha alla regia Lee Daniels che lo ha sceneggiato in collaborazione con Danny Strong.

La storia raccontata è quella di Cecil Gaines, un uomo di colore che fu maggiordomo alla Casa Bianca per trentaquattro anni, dal 1957 al 1986, e servì ben sette diversi Presidenti: Eisenhower, Kennedy, Johnson, Nixon, Ford, Carter e Reagan. La storia di Cecil, un uomo di colore che è diventato ormai parte integrante degli ornamenti della Casa Bianca, tanto da essere considerato un optional insieme all’arredamento e alla tappezzeria, di intreccia con quella turbolenta degli Stati Uniti d’America. La sua famiglia vive i conflitti interiori – e quelli pubblici – di un’America che si avvia a diventare, tra lotte e proteste, la patria della democrazia, non senza pagare un alto prezzo per questa libertà.

Molta importanza ha il rapporto di Cecil con suo figlio, il primogenito, che mal si adatta all’immobilità del padre e sogna per sé e per tutta la comunità di colore un futuro diverso. Per ottenere ciò si schiererà prima dalla parte di Martin Luther King e poi diventerà il braccio armato di Malcom X, suscitando il disappunto di Cecil che deciderà di ripudiarlo.

Solo alla fine della sua “carriera”, dopo miliardi di tazze di tè servite sempre in silenzio, sempre restando al suo posto, Cecil prenderà coscienza dei propri diritti e troverà il coraggio non solo di disubbidire ad un destino che non è già scritto ma anche di marciare accanto al figlio, uniti nel sogno della nuova speranza d’America che risponde al nome di Barack Obama.

Nella parte di Cecil, Forest Whitaker mentre la moglie Gloria, sua vera ancora di salvezza, è interpretata dalla nota conduttrice televisiva Oprah Winfrey. Ma il cast stellare prevede anche la partecipazione di Jane Fonda, Lenny Kravitz, Cuba Gooding Jr, Mariah Carey, John Cusack, Robin Williams, Vanessa Redgrave.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.