Salotto (arredamento)

0 2

Arredare un salotto non è argomento da poco, considerate le innumerevoli varianti che pretende e permette la sistemazione di tale ambiente e ogni singolo elemento non può non far parte del gusto del singolo che quel salotto deve vivere giornalmente da solo o in compagnia.

Fatta questa premessa, la conseguenza naturale è che ogni consiglio che seguirà sarà anche, meglio soprattutto, frutto di quella che è stata nel tempo l’esperienza personale di chi scrive.

Se chiudo gli occhi, rivedo una grande casa semivuota, un mutuo da pagare, l’arredamento limitato a camera e cucina, tante idee e speranze e un salotto deserto che per qualche anno rimase tale.
Eppure quel periodo ci servì per riordinare le idee, per affinarle, per decidere pian piano per il meglio, dato che un salotto non può fare a meno di caratteristiche particolari, di essere comodo e quindi accogliente, per starci a proprio agio, per potersi riposare al rientro a casa dopo una giornata di lavoro.
Nel salotto si guarda la televisione, si legge, si discute con gli amici, quando arrivano a far visita, in poche parole il salotto il biglietto di presentazione della casa, per cui “deve” avere determinate caratteristiche.

Un classico salotto, spazio permettendo, ha una zona relax e una zona studio e altri elementi di arredo.

Zona relax con:

a. Uno o più divani, di varia fattura in relazione ai gusti di chi li sceglie, con delle poltrone servono a dare comodità.

b. Un tavolinetto su cui poggiare il vaso da fiori, il vassoio con i biscotti da offrire agli amici, la scatola degli scacchi…

c. Un mobile con la TV che non manca mai o una TV a parete che ormai sta prendendo piede.

d. Una vetrinetta o un mobile idoneo possono servire a mettere in bella vista ninnoli e oggetti da ammirare o a conservare bottiglie di liquore da offrire e bicchieri e tazzine.

Zona studio con:

a. Uno scrittoio o scrivania con una comoda sedia su cui stare per studiare, leggere, scrivere al computer.

b. Una libreria o più d’una dove tenere i libri, anche i più importanti (enciclopedie, dizionari, cataloghi…).

Altri elementi di arredo:

a. In un salotto è difficile che non vi siano tappeti che contribuiscono a dare calore all’ambiente, sopratutto se la scelta è stata oculata e quindi si inseriscono bene nell’arredamento.

b. Le pareti libere sono fatte per accogliere quadri e per questi non ci sono regole che valgano. Solo il gusto di chi occupa la casa e l’amore per l’arte guideranno gli interessati. E l’unione di classico e moderno, di nature morte e ritratti staranno sempre e comunque bene. Per quanto mi riguarda, a salotto vuoto, arrivarono due divani prima e tre quadri di un artista locale dopo, ma era un piacere alzare lo sguardo e ammirarli.

c. Lampade varie daranno luce e renderanno accogliente l’ambiente.

d. Un salotto ha sempre tendaggi, più o meno pesanti, alle finestre. Anche per queste è importante il gusto di chi ci vive.

Altre varianti, il camino, un pianoforte, un tavolo per un incontro allargato o per una tombolata a Natale sono in relazione ai casi particolari.

Prezzo: Impossibile stabilirlo, le varianti sono troppe.
Svantaggi: Nessuno.
Vantaggi: Godere per riuscire a “vivere” la propria casa.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.