Samoiedo, caratteristiche della razza

0 7

Il nome “Samoiedo” deriva dall’omonima antica tribù nomade della Siberia che, già dal 1600 circa, utilizzava questi bellissimi ed affidabili cani come animali da guardia per i loro accampamenti e da pastore per i greggi di renne, ma anche come animali da caccia, da tiro per le slitte e per riscaldare l’interno delle loro tende.

Si tratta di una razza che fortunatamente non ha subito mutazioni nel corso degli anni, mantenendo immutate le proprie caratteristiche originali. Il colore del mantello è prevalentemente bianco candido, tanto che i cuccioli assomigliano a piccoli orsetti bianchi, ma esiste ancora qualche rarissimo esemplare nero ed altri con lievi strisce color biscotto.

E’ un cane nato in zone dal clima molto freddo, che ha dunque sviluppato una fortissima resistenza alle basse temperature ed alla vita in condizioni estreme. La razza è stata importata ed allevata in Inghilterra a partire dall’inizio del secolo scorso; attualmente i Samoiedo sono considerati prevalentemente cani da compagnia, ma ancora oggi vengono utilizzati in zone di montagna come cani da slitta.

Si tratta di un cane dalle caratteristiche tipicamente nordiche, di taglia medio – grande, dotato di innata eleganza e dal caratteristico e foltissimo pelo bianco, dritto e duro, con un abbondante strato di morbido sottopelo che gli permette di resistere ad ambienti estremamente rigidi. Il pelo descrive una sorta di un collare intorno al collo, fungendo da cornice per la testa.
Ha una caratteristica coda a spazzola che in origine serviva a coprire il muso e gli occhi dal freddo e dalla neve durante il sonno.

I maschi della razza possono raggiungere i 30 kg di peso ed hanno un’altezza al garrese che può toccare i 57 centimetri, mentre gli esemplari di sesso femminile difficilmente superano i 53 centimetri.
Il tronco di questo cane è largo e possente, la testa è a forma di cuneo, piuttosto larga con muso leggermente appuntito di lunghezza media; il tartufo è normalmente di colore nero. Le orecchie sono dritte e triangolari, piuttosto piccole, ricoperte di pelo anche all’interno per ripararle dal freddo. Gli occhi recano il tipico taglio a mandorla e sono di colore marrone molto scuro. Il collo è rosusto e di lunghezza media. Gli arti sono dritti e muscolosi.
L’andatura è fiera e potente, con passo lungo e disinvolto.

Come tutti i cani di origini nordiche, il Samoiedo è abbastanza indipendente e vive bene in giardino. Si tratta però di un animale che ama molto la famiglia e la compagnia dell’uomo ed in modo particolare dei bambini, dei quali diventa grande amico ed eccellente compagno di giochi. E’ infatti un animale di indole molto docile e “coccolona”, molto intelligente, ed è discretamente ubbidiente. E’ un cane molto affidabile e per nulla pericoloso. Non è propriamente un animale da guardia, ma tende a proteggere il padrone e segnalare la presenza di eventuali intrusi abbaiando in modo insistente.
Il Samoiedo è un cane solido, dalla buona salute, normalmente molto longevo.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.