Come scegliere il cane giusto

0 1

Avete deciso di accontentare finalmente il vostro bambino e di prendere un cucciolo che gli faccia compagnia? O più semplicemente pensate che sia il momento di avere un fedele amico in più e quindi volete adottare un cane? Quel che bisogna sapere è che la scelta del cane giusto non è così semplice, ci sono molteplici fattori da considerare in modo da instaurare una felice convivenza tra padrone e cane.
In primo luogo quello che bisogna valutare è lo spazio a propria disposizione: si possiede un giardino o comunque una casa indipendente con molto spazio in cui far scorazzare il proprio cane oppure si vive in un condominio con un piccolo balcone? Nel primo caso non ci sono praticamente vincoli in merito alla scelta del cane giusto, nel secondo si dovrà propendere per cani piccoli, che non necessitano di spazi eccessivi, ma si dovranno comunque considerare le esigenze di ogni cane, che comporteranno da parte del padrone il dovere di portarlo in giro ogni giorno.
La taglia del cane da adottare è importante in linea di massima anche per un fattore economico: di norma i cani più grandi mangiano di più, mentre quelli più piccoli pesano di meno sul bilancio familiare, anche se bisogna tener conto di alcune eccezioni, ad esempio un cane piccolo come il Labrador richiede un’alimentazione molto ricca.

Un’altro fattore da considerare nella scelta del cane giusto con cui condividere un periodo della propria vita è la presenza o meno di bambini in casa propria: in caso affermativo saranno da evitare i cani appartenenti a razze pericolose per definizione. Anche se è possibile che esista un cucciolo di Pastore Maremmano docilissimo ed affettuoso è sempre meglio evitare di correre il rischio, ed orientarsi ad esempio su un Terranova o su un Boxer.
Il cane che si decide di adottare deve poi avere delle esigenze che ben si adattano allo stile di vita del padrone: nel caso di una persona che ama fare sport, correre e camminare all’aria aperta non ci sarà nessun problema nell’adottare un Levriero, notoriamente iperattivo, mentre se l’attività fisica non è uno dei propri passatempi preferiti sarà meglio optare per un cane da compagnia.
Per quanto riguarda poi la scelta tra un cane di razza pura ed un meticcio, la prima soluzione è da preferire generalmente solo se si intende partecipare a competizioni ed esposizioni importanti, alle quali è consentito l’accesso solo a cani di razza; in tutti gli altri casi adottare un meticcio in un qualsiasi canile potrà soddisfare appieno la propria voglia di un fedele compagno.
Nella scelta di un cucciolo da adottare è importante, infine, valutare il comportamento che quest’ultimo assume nel momento in cui cerchiamo il contatto: un cucciolo che si lascia avvicinare, accarezzare e cerca il contatto fisico sarà probabilmente da grande un cane affettuoso e socievole, mentre al contrario se si notano segni di paura, diffidenza o comunque difficoltà nel farsi coccolare, probabilmente il cucciolo ha subito maltrattamenti o vicende che da grande potrebbero farlo diventare un cane soggetto a comportamenti imprevedibili o addirittura violenti.

La caratteristica più importante di tutte però quando si decide di adottare un cane è la propria voglia di dedicargli una buona fetta delle proprie attenzioni: un cane non è un giocattolo e bisogna sempre tenerne conto in tutti i pediodi dell’anno e della vita!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.