Seggioloni (bambini)

0 0

Eccoci qui, con il pancione, siamo quasi alla fine ed il cervello non smette di pensare un attimo. Ogni donna, sia alla prima, seconda o terza gravidanza che sia, non fa altro che pensare alla creatura che porta dentro di se, che cresce piano piano, senza dar fastidio (tra virgolette, qualche fastidio effettivamente c’è…).
Sopra ogni altra cosa, si pensa al dopo nascita. Ai luoghi in cui starà ed agli oggetti che userà. Quindi si passano giorni e giorni a leggere riviste del settore, a prendere spunto da internet, a rubare idee alle amiche per la preparazione della cameretta. Quel luogo magico ed incantato, dove il pargolo passerà molte ore del giorno e della notte, a dormire, giocare, correre, disegnare.
Facciamo un passo indietro, prima di correre e disegnare, la tappa più importante della vita di un neonato, è il passaggio tra l’allattamento e le prime pappe. Quindi ci si preoccupa dove riporre il gioiello di famiglia per farlo mangiare comodo e sicuro.

Naturalmente la sicurezza viene al primo posto, ma non sottovalutiamo l’importanza della praticità, che a noi mamme extra-terrestri serve come l’ossigeno, visto che ci destreggiamo tra figli, marito, casa, lavoro. Animali domestici inclusi!
Un seggiolone per bambini appunto deve essere sicuro per ogni tipo di bambino, come sappiamo ci sono i bimbi vegetali (quelli che sono infinitamente bravi ed immobili, rari casi) e quelli agitati (la maggior parte)!
Oggigiorno i fornitori del settore offrono una vasta gamma di scelta, con prezzi, colori, forme di ogni tipo. Io consiglio di abbinare il colore del seggiolone all’arredamento interno della casa, essere glamour anche da mamma non guasta mai.
Inoltre, se vivete in un piccolo loft, meglio prediligere i modelli richiudibili oppure addirittura i seggiolini che si agganciano direttamente alle sedie. Comodi e pratici, da non confondere con quelli da attaccare al tavolo.

I materiali devono essere di plastica stondata, facili da pulire e resistenti ad ogni attentato di vostro figlio.
Devono avere un’allacciatura comoda e sicura, che protegga il bambino in caso si sporgesse da un lato o si alzasse addirittura in piedi.
Deve avere una fodera stra-lavabile in lavatrice, praticamente sarà da lavare dopo ogni pasto!
Da considerare inoltre, che vi sono alcuni modelli utilizzabili dai 3 mesi ai 36 mesi o addirittura i seggioloni che si trasformano in sedia per quando il bambino cresce. Soluzione comoda e utile per il futuro.
Tra le accreditate ditte del settore, Foppapedretti, Chicco e Peg Perego, risaltano per la varietà dei modelli, comodi e sicuri, regolabili in altezza. Forse in questi casi, però si paga anche il costo della “marca”.
Se si scegliesse invece un seggiolone Brevi o Giordani, marche meno pubblicizzate, si possono trovare prodotti di ottima fattura, sicurezza e comfort a prezzi più contenuti.
Chi ha la possibilità di visionare i prodotti su internet, potrà notare la vasta scelta e magari anche acquistare on-line su siti sicuri, dove si riesce anche a risparmiare il 30% rispetto al classico negozio sotto casa.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.