I semi di Zucca (alimentazione)

1 5

La zucca è un alimento molto saporito, che cuciniamo in moltissime maniere complicate e semplici, potendo diventare sia primo che secondo, nonché anche dolce in molti casi, oltreché un perfetto contorno. Ma quello che non sappiamo è che una delle parte migliori della zucca sono i suoi semi. Questi semi hanno numerosissime proprietà curative, note oramai da molti secoli. La scienza ha analizzato la saggezza popolare constatando, attraverso studi sicuri, che la tradizione aveva visto giusto riguardo queste proprietà dei semi di zucca: essi sono davvero delle fonti naturali di benessere.
Vediamo insieme quali sono le proprietà di questi semi, dove trovarli e come mangiarli.

I semi di zucca, vanno mangiati crudi: solo così essi presentano invariate tutte le loro qualità organolettiche e naturalmente la cosa è fattibile perché sono molto gustosi e non necessitano di particolare condimento. Sono ricchissimi di cucurbitine, i delta steroli  e le fitosterine. Inoltre selenio, vitamina E e F sono abbondanti in questo alimento assieme anche agli antiossidanti. Cosa quindi viene favorito dalla presenza di tutti questi elementi così importanti per l’alimentazione?

Le cucurbitine si è visto avere un’azione molto efficace nella protezione delle membrane cellulari, agendo favorevolmente sulla circolazione per esempio. Gli antiossidanti, combattono i radicali liberi i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare e delle malattie degenerative. Questo significa che un’alimentazione ricca di semi di zucca, può veramente tenere il corpo più giovane e in forza e intercedere su alcuni processi degenerativi di alcune patologie, in maniera rilevante. Ma uno dei punti importanti dei semi di zucca è la loro azione per quanto riguarda l’intestino, grazie alle loro proprietà antiparassitarie, sopratutto contro la tenia e gli effetti benefici che hanno sulla peristalsi intestinale e sul cancro alla prostata.

A quanto pare infatti, le azioni degli elementi presenti nei semi di zucca, inspessisce, mantiene giovane e preserva il tono muscolare degli sfinteri ottimale. Questo permette un ottima funzione dei meccanismi di minzione e una decongestione importante quindi della prostata. L’incidenza dei tumori benigni alla prostata nelle popolazioni che mangiano frequentemente e abbondantemente i semi di zucca è molto più bassa rispetto a quella delle popolazioni che non li consumano frequentemente. Inoltre, grazie alle stesse proprietà, si rivela anche ottimo per i disturbi di minzione in genere e anche per prevenire malattie proprie dell‘apparato genitale femminile: cistite, uretrite e vaginite vedono una resistenza maggiore da parte dell’organismo a cedere in persone che hanno una buona dose degli elementi presenti nei semi di zucca crudi.

Ricapitolando possiamo dire che i semi di zucca, consumati nella quantità di tre cucchiai al giorno, può veramente essere un’opera di prevenzione precisa ed efficace contro quelli che sono disturbi dell’apparato urinario maschile e femminile, e anzi, una preziosa soluzione casalinga quando si presentano disturbi leggeri in merito. L’importante è ricordare che sono una importante fonte anche di grassi: sostituire quindi alla propria dieta alimenti altrettanto calorici, se si assumono i semi, per non ingerire troppi lipidi che non vengono facilmente smaltiti.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

1 Commento

  1. salvatore dice

    avevo i valori dell’antigene prostatico PSA leggermente elevati. Per oltre due anni il medico di base mi ha fatto assumere delle pastiglie senza conseguire alcun tipo di risultato. Ho sentito parlare del benefico effetto dei semi di zucca. Ho cominciato a piantare zucche un paio di anni fa. Utilizzo i semi maturi, lavati, asciugati e leggermente tostati, consumandone quasi tutti i giorni circa 30-40 al giorno.
    Bene, il valore PSA è sceso da 5,2 a 0,6 nel giro di pochi mesi. Inutile dire che continuo ancora a consumare tali semi.
    Questi sono fatti, ognuno poi si faccia la sua opinione.

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.