SI ABBASSA IL SIPARIO 19: Salone Off nella Circoscrizione 1 di Torino

0 2

Nel mese di marzo si è prospettata per la Circoscrizione 1 di Torino la possibilità di partecipare al Salone Off, cioè il Salone del Libro fuori, oltre le mura dei locali del Lingotto Fiere, distribuito sul territorio cittadino.
La Fondazione del Salone del Libro ha chiesto che si proponesse a scuole, a librerie, associazioni culturali, associazioni di commercianti di aderire al progetto ospitando ed organizzando eventi nei giorni dal 16 al 20 maggio.
L’idea era molto bella ed interessante, qualche dubbio era legato al fatto che in questo momento di difficoltà e sofferenze economiche, lo scetticismo potesse superare l’adesione.

Così non è stato.
La risposta è stata ampia, varia, generosa ed entusiasta :
ad esempio ben 13 associazioni di via di commercianti si sono messe a disposizione aderendo in veri modi, dall’addobbo di vetrine, a sconti e promozioni per chi si fosse presentato con il biglietto del Salone del Libro, a eventi organizzati ed ospitati in negozi, bar e ristoranti.
Molti tantissimi eventi distribuiti su un territorio molto ampio, partecipare a tutti impossibile, ma a molti si…ma non voglio fare un elenco di ciò che ho visto, ma condividerò con voi, cari lettori, la risposta ad una domanda che mi sono fatta e cioè “Che cosa mi porto a casa ?” .

* una frase “la bellezza e ricchezza della gratuità”
la maggior parte delle risorse per il buon esito del Salone Off, in termini di tempo, spazi, professionalità sono state donate, e messe a disposizione sperando di raggiungere l’interesse di vasto pubblico, in grado di apprezzare sforzi e qualità
* la parola “Innesto”
colta durante la presentazione dei Quaderni dell’associazione Apragi…ogni incontro, ogni rapporto è un innesto fra 2 persone diverse, che oltre ad essere compatibili per portare a crescita e fecondità devono donarsi informazione, conoscenza, attenzione, cura, passione…amore !
*un oggetto il “Fer-ma-liber”
una creazione della ferramenta Drovetti pensata e realizzata come simbolo del Salone Off, un fermalibri in ferro, metallo principale di tale attività che dimostra che con la passione e creatività si possono unire cose apparentemente molto diverse e lontane, quali cultura ed artigianato; osservandolo dall’alto questo oggetto ricorda un gabbiano in volo, evocando pensieri di libertà, alla quale si può giungere attraverso le ali che ci fa mettere la lettura di un buon libro !
* le parole di un bellissimo ed intenso saluto dette da un’amica ad un ‘altra, ricordando un importante e dolce amico comune :
“ti saluto nella memoria del sorriso di chi ci ha preceduto !”
* le parole di mia figlia, che devo ringraziare per avermi accompagnato in molti degli eventi, con disponibilità e pazienza. Alla fine di questi giorni seduta con me sul divano di casa, mi ha detto : “i libri non sono solo pagine di carta scritte, sono molto ma molto di più, sono persone, luoghi, sono il Mondo”
* mi ha toccato il cuore il 1° Festival di Arte, medicina e creatività organizzato all’ospedale San Giovanni dall’associazione Borgo Nuovo. Malattia e sofferenza sia proprie che dei propri cari possono ottenere beneficio e consolazione dallo stemperare il dolore attraverso i canali dell’arte e creatività, in qualsiasi suo forma.
Potrei andare avanti a raccontare tante altre cose, ma mi fermo qui, lasciandovi solo con questi spunti, con questi ricordi, quelli più intensi, di cui non posso altro che essere grata e contenta per coloro che mi hanno dato l’opportunità di acquisirli, vivendo momenti belli ed arricchenti !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.