Silent Hill: Revelation 3D recensione

0 3

“Silent Hill: Revelation 3D” è una pellicola cinematografica ispirata da una serie di videogiochi “Silent Hill”, del quale sono stati realizzati tre capitoli differenti, ed è inoltre il sequel dell’omonima pellicola del 2006.

Il film, “Silent Hill: Revelation 3D”, è stato scritto e diretto dal regista e sceneggiatore britannico Michael J. Bassett ed è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 31 ottobre 2012, in occasione di Halloween.

La protagonista del film è la quasi diciottenne Heather Mason, costretta a cambiare spesso città ed amici per via del lavoro di suo padre. Da un po’ di anni la ragazza ha degli incubi ricorrenti ambientati nella Silent Hill, città che si presenta come un luogo oscuro e deserto, dove vivono delle misteriose forze malefiche che cercano di attirare la giovane Heather.
La ragazza orfana di madre, è tentata di raggiungere questo posto per cercare di scoprire il perché di questi sogni e mettere fine a questa fusione tra incubo e realtà che la porta a non creare nessun legame concreto con i suoi compagni di scuola, ma suo padre le vieta di cercare un qualsiasi contatto con questa fantomatica città.
A sconvolgere la situazione è il rapimento di suo padre Harry ed il bigliettino che lei riceve dai suoi rapitori sul quale vi è scritto “Vieni a Silent Hill”. A questo punto la giovane è costretta a disubbidire al divieto di suo padre e raggiungere la città tanto temuta Silent Hill, in compagnia del suo unico amico Vincent, il quale è riuscito ad andare oltre la corazza esterna di Heather e a conquistare la sua fiducia.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.