Son de mar (film)

0 2

Son de mar è un film del 2001 diretto da Bigas Luna, tratto dall’omonimo romanzo di Manuel Vinent. Arriverà in Italia, però solo nel 2004.E’ un tipico capolavoro di Luna che infatti ha ricevuto ben due candidature ai Premi Goya, per la migliore sceneggiatura non originale e il miglior attore non protagonista a Eduard Fernández. Seppure non recentissimo è uno di quei film che vale la pena di guardare, soprattutto perchè è veramente toccante e ben interpretato dall’ottimo cast di attori che vi hanno recitato. Il film è ambientato in una cittadina spagnola dove un giovanissimo professore va a insegnare letteratura agli allievi del liceo.Lui, il docente è Ulysses, appassionati di mare,pesca e barche. Dopo poco si innamora di una giovanissima donna, Martina, figlia dei proprietari del suo alloggio: hanno due passioni in comune, il mare e l’epica. I due dopo tante vicende,il matrimonio di lei, varie frequentazioni restano innamorati di ardente passione, di quelle che solo Bigas Luna sa mettere in pellicola. Tragico il finale, che sta a significare i dolori d’amore profondo: i due amanti annegano sulla barca del marito di lei.
Erotismo leggero e quasi leggiadro quello che si vede nello scorrere della pellicola, un film che farà storia e di cui negli anni si sentirà parlare, perchè nonostante abbia già 10 anni, le scene, le musiche e la trama appassiona e cattura lo spettatore. Alla sua uscita nelle sale è stato vietato ai minori di 14 anni, almeno per quanto riguarda l’Italia, perchè alcune scene sono di alto contenuto erotico, anche se mai troppo “rozze” perchè piene di passionalità e narrazione che solo un regista accurato nei particolari come Biga sa rendere. Un cast particolare quello di Son de Mar con Jordi Mollà, Leonor Watling, Eduard Fernández, Sergio Caballero, Neus Agullo, Pep Cortes, Juan Muñoz, Ricky Colomer, Pablo Rivero, Carla Collado, di rilievo però è la sceneggiatura curata nei piccolissimi particolari da un abilissimo
Rafael Azcona.e’un film dalla trama importante e profonda infatti nella pellicola si notato diverse particolarità che vanno dai rapporti con la dimensione politica e sociale in cui viene ambientato il racconto e, come spesso ha fatto notare la critica Azcona e Bigas. Luna marcano molto l’aspetto del simbolismo, specialmente al termine del film quando i due cadaveri dei protagonisti sono stesi sul tavolo dell’obitorio, e sembrano rianimarsi per l’amore. Una sorta di vita persa nell’acqua dell’amore e uccisa dall’immensa passione del mare.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.