Submarine (film)

0 3

Submarine è un film prodotto e sceneggiato nel 2010 da Richard Ayoade (regista ed attore).
Questo lungometraggio è stato presentato inizialmente solo nel Nord America, prima al Festival di Toronto e successivamente al Sundance Festival, in tempi più recenti al Festival di Berlino 2011.
La trama si basa su un romanzo di Joe Dunthorne, una storia sentimentale, che tratta il passaggio di un ragazzo dall’adolescenza (turbolenta e ribelle) all’età adulta, passando attraverso la fase del primo amore, la perdita della verginità e come in ogni tragica storia giovanile che si rispetti, la crisi matrimoniale dei suoi genitori.

Si tratta di un film che prende spunto dal mondo indie che ha tanto colpito i giovani negli ultimi due anni, non è ambientato a New York ma in Galles, segue dunque un’ambientazione più europea.
Malinconia, ironia e drammaticità si mescolano in questa pellicola, donandogli dunque un aspetto meno scontato di quanto ci si possa aspettare ad un primo sguardo poco attento.
Submarine come lo è il protagonista, il quale vorrebbe vivere guidato dall’effetto “acquario”, sommerso, quasi invisibile, presente nel mondo ma distaccato da esso.
All’inizio del film vediamo Oliver, il quindicenne protagonista di questo film, il quale ci rende partecipi della sua decisione, raggiungere due obiettivi: – impedire che sua madre lasci suo padre per una presunta storia clandestina con il suo maestro di danza.

– Perdere la verginità prima del suo imminente compleanno.
Il film ruota intorno all’egoismo di un adolescente, così come accade nella vita reale, il giovane Oliver crede di essere il centro del mondo e che tutte le decisioni dei suoi coetanei, come la ragazza della quale si innamora, o degli adulti, come ad esempio i suoi genitori, debbano dipendere da lui o andare contro di lui.
La storia d’amore presente nel film, non ha assolutamente nessun fondamento romantico o idealistico, si tratta esclusivamente di apparenza, di un gioco quasi, ideato per scommessa dal giovane Oliver, un atteggiamento adolescenziale tipicamente beffardo, ben portato sullo schermo dal regista Aoyade, attraverso una descrizione molto precisa e dettagliata dei caratteri.
I protagonisti di questa produzione cinematografica britannica indipendente, sono tutti sconosciuti al grande schermo americano, eccoli elencati: Sally Hawkins, Paddy Considine, Gemma Chan, Craig Roberts, Noah Taylor, Yasmin Paige e la partecipazione straordinaria di un veterano del cinema come Ben Stiller.
Il direttore della fotografia è Erik Wilson, mentre le musiche sono tutte a cura di Andrew Hewitt.
Non è ancora disponibile il trailer in lingua italiana, questo sta ad indicare che il film, non verrà immesso sul mercato nazionale (nè sottoforma di DVD nè nelle sale cinematografiche) prima del prossimo autunno, al rientro delle vacanze estive, qualcuno suggerisce addirittura per l’inverno 2012.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.