The Hit List (Film)

0 3

Ad Aprile 2011 è sbarcato nelle sale cinematografiche americane “The hit list”, il nuovo film diretto da William Kaufman. The hit list (titolo italiano “Lista di morte”) è un Action/Thriller girato interamente negli Usa, prodotto da Freddy Braidy, Rich Cowan e Johnny Martin e distribuito nei cinema dalla North By Northwest Entertainment. Il film vi incollerà letteralmente alla poltrona per circa 90 minuti e la sceneggiatura è stata scritta da Chade ed Evan Law. Ognuno di noi avrà pensato almeno una volta nella vita ad una possibile lista della morte in cui includere quelle persone che ci rendono la vita impossibile, questa macabra fantasia divenuta realtà ha cambiato per sempre la vita di Alllan Campbell. Allan (Cole Hauser) si ritrova a vivere la giornata più brutta della sua vita: ha perso un’ingente quantità di denaro nel giro delle scommesse clandestine ed è stato minacciato di morte dal suo allibratore, il suo capo gli ha revocato la promozione tanto desiderata per assegnarla ad un suo collega ed ha sorpreso la moglie a letto con il suo migliore amico. Dopo aver vissuto questi drammi decide di recarsi in un bar ed affogare tutti i suoi dispiaceri nell’alcol, qui incontra il sedicente killer di professione Jonas Arbor (Cuba Gooding Jr.) che lo invita a scrivere una lista di cinque persone che vorrebbe veder morire. Allan in totale stato d’ebrezza decide di stare al gioco (o almeno questo è quello che pensa) e scrive la lista dove figurano il suo capo, il suo collega promosso, l’allibratore, la moglie ed il suo migliore amico. Terminata la stesura della lista la consegna a cuor leggero a Jonas. Il giorno dopo i desideri reconditi di Allan diventano realtà e le persone della lista cominciano a morire una dopo l’altra. In preda al rimorso di coscienza decide così di affidarsi al detective McKay (Jonathan LaPaglia) per fermare questa strage. L’idea dalla quale prende vita la trama di “The hit list” è senza dubbio originale, molto interessante e ben scritta su carta dagli sceneggiatori. Il film rappresenta il giusto equilibrio tra pensiero e azione: la prima parte del film vive delle continue analisi psicologiche e comportamentali dei protagonisti e la seconda sfocia in inseguimenti ed uccisioni. Dal punto di vista tecnico non assistiamo a niente di originale, molte sequenze action ricordano pellicole passate e gli effetti speciali non sono tecnicamente all’altezza della trama, forse i 6 milioni di euro di budget per la realizzazione del film non permettevano altre soluzioni. Questo film può essere apprezzato dagli amanti del genere action, ma in particolar modo è diretto agli appassionati del thriller che prediligono l’introspezione alla scenicità. Il film ha il merito di evidenziare valori quali l’onore e la giustizia attraverso l’evoluzione interiore del personaggio di Allan Campbell, prima disperato e violento, poi pioniere della legge accanto al detective McKay. The Hit List è un film godibilissimo specialmente per la sua intelligenza e per il suo essere assolutamente non banale. Da mettere sulla vostra “lista” (di film preferiti).

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.