Thermorossi Stufa a pellet Ecotherm 3000

0 21

Le stufe a pellet sono ormai una realtà consolidata nel campo del riscaldamento degli ambienti perché comportano un risparmio per quel che concerne i costi e hanno una buona resa calorica.

La Thermorossi Ecotherm 3000 è un modello piccolo che ha un ingombro minimo, infatti è larga poco meno di mezzo metro e profonda qualche centimetro in più, ma è in grado di scaldare ambienti con una cubatura superiore ai 200 metri, che tradotto in misura di superficie equivale all’incirca ai 70/80 mq.

La diffusione del calore avviene sia per irraggiamento che per convenzione, infatti la stufa è dotata di una ventola a più velocità (dieci per la precisione) che diffonde l’aria calda nell’ambiente, ma anche l’intensità della fiamma è regolabile per modularla sulla temperatura desiderata. La presenza della ventola, se da una parte rappresenta un vantaggio notevole, può dimostrarsi disturbante qualora venga azionata ad alte velocità perché si dimostra molto rumorosa.
L’accensione, lo spegnimento e l’azionamento della ventola vengono effettuati con i pulsanti posti sul tastierino che si trova sul frontale della stufa, dunque un’operazione molto semplice, che è possibile anche programmare elettronicamente grazie alla presenza di un tastierino a led posto sul frontale.
La ventola, lo scarico forzato dei fumi e la programmazione automatica prevedono un consumo di elettricità che tuttavia rimane abbastanza contenuto.

Quello che potrebbe lasciare un po’ dubbiosi sull’acquisto o meno di una stufa a pellet sono il fatto di possedere o comunque ricavare una canna fumaria e l’eventuale “sporcizia” derivante dal carico del combustibile nella stufa.
Per quel che concerne l’eliminazione dei fumi è bene sapere che è sufficiente preparare uno scarico aperto verso la parete esterna con un tubo terminante con una specie di camino, l’impatto estetico è tollerabile se non si tratta delle facciata della casa. Se nella camera invece è presente una canna fumaria si può raccordarla.
Per quel che riguarda la pulizia dell’ambiente, va detto che caricare la stufa di pellet (un’operazione che viene fatta all’incirca ogni due giorni) è semplicissimo in quanto il contenuto del sacco viene direttamente versato nel serbatoio e non nel vano dove avviene la combustione e non si sporca praticamente nulla. Casomai ci sono le operazioni di pulizia per il deposito della cenere e per il braciere che vanno ripetute ogni due o tre giorni, come pure va passato il vetro con uno sgrassante.

Dal punto di vista estetico la Ecotherm 3000 si presenta con un bel vetro panoramico e due diversi rivestimenti, in acciaio e in maiolica, è quindi possibile scegliere quello che meglio si adatta all’arredamento, così come il colore che è disponibile in molte tonalità.
Tra le “comodità” che offre la stufa c’è la vaschetta umidificatrice in cui mettere l’acqua eventualmente con l’aggiunta di essenze profumate e, per i problemi invernali dell’asciugatura del bucato, ci sono due stendini a scomparsa. Certo non sarà molto elegante stendere i panni accanto alla stufa, ma nelle fredde e nebbiose giornate invernali, rappresenta un bel vantaggio.

Quanto al costo di questa bella stufa, il prezzo si aggira attorno ai 2.000 euro, somma che può sembrare piuttosto elevata, ma che viene ammortizzata nel giro di qualche anno grazie al risparmio per le spese di riscaldamento.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.