Ti amo, Phillip Morris (film)

0 3

“Ti amo, Phillip Morris” sarebbe la traduzione della produzione cinematografica franco – americana, che recava il seguente titolo originale “I love you Philip Morris”. Poi, in Italia hanno avuto la bella invenzione di cambiare radicalmente il titolo, tanto che è divenuto “Colpo di fulmine, il mago della truffa”. Ad ogni modo, si tratta di un film girato nel 2009 e che ha una durata di 102 minuti. La pellicola vede alla regia un team di registi, formato da Glenn Ficarra e John Requa. Gli attori principali sono Jim Carrey, Ewan McGregor, Rodrigo Santoro e Leslie Mann. La trama trae ispirazione da una storia che sembra sia proprio vera. Questa è stata poi stata messa per iscritto e pubblicata in un libro che prende il nome di “I love you Phillip Morris: a true story of life, love and prison breaks”. Ed è una storia piena di sorprese. Si parte dal protagonista (che prende il nome di Steven Russell ed è interpretato per l’appunto da Jim Carrey) e da una vita onesta e tranquilla, insieme alla moglie cui tanto tiene. Poi, iniziano le sorprese. La prima lo vede diventare ad un tratto un grande truffatore, che inizia a condurre una vita radicalmente diversa dalla prima. Questo primo cambiamento lo trovo molto adatto al suo estro creativo di attore. La seconda sorpresa, suo malgrado, è che viene smascherato e finisce in prigione. E questa è una situazione in cui non l’avevo mai visto prima. La terza sorpresa mi ha colto proprio “di sorpresa”. In carcere, infatti, egli si prende una cotta per il suo compagno di cella, quel Phillip Morris appunto del titolo originale inglese, che veste i panni di Ewan McGregor. Arriva quindi il giorno della scarcerazione di quest’ultimo e la mia aspettativa è che il film prosegui su un altro binario. Invece, un’altra ennesima sorpresa è in agguato. Steven evade per andare a cercare la sua anima gemella … già, il suo ex compagno di cella. Che dire? Ci sono rimasto un po’ male. Ma non tanto per la storia d’amore gay, che in fondo non mi pare nulla di eclatante. Certo, è costata ai produttori numerosi problemi di distribuzione del film, ma a me, personalmente, non cambia niente. È una storia, come un’altra. L’elemento che mi ha maggiormente spiazzato, è il passaggio da una situazione iniziale di pseudo commedia ad una successiva visione piuttosto drammatica degli eventi. OK: mi piacciono i film movimentati, ma qui forse si esagera. Per il resto, sono un fan di Jim Carrey e la sua interpretazione mi è piaciuta anche in questo caso. Anche se, a dirla proprio tutta, non l’ho trovato in forma splendida, al pari di altri film. Forse è per via del personaggio insolito che si è trovato ad interpretare. Ad ogni modo, tirando le conclusioni, consiglio il film, ma soprattutto a chi è gradisce Jim Carrey e anche Ewan McGregor. Perché in fondo, anche quest’ultimo offre una buona interpretazione. Circa il prezzo, la piattaforma italiana di Amazon lo collocherà in vendita alla fine di gennaio a 11,40 euro.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.