Time After Time (film)

0 3

Il film “Time after time” esce nelle sale cinematografiche americane nel 1979, in Italia la pellicola prende il titolo “L’uomo venuto dall’impossibile”.
La pellicola è un vero e proprio omaggio alla fantascienza e alla letteratura legata a questo filone, il protagonista del film si chiama H. G. Wells, un chiaro omaggio allo scrittore del diciannovesimo secolo autore del libro “La macchina del tempo”. Il film è diretto da Nicholas Meyer, dura meno di due ore e vede come protagonista principale l’attore britannico Malcolm McDowell, il ruolo dell’antagonista è affidato a David Warner.
Il film è ambientato in due epoche separate nel tempo e nello spazio, Londra nel 1888 e San Francisco nel 1979. Le prime scene sono ambientate a Londra, in un’atmosfera cupa e ricca di terrore, nei primi minuti si assiste ad un’omicidio in soggettiva, dove l’identità del killer non è svelata. Le strade della città sono infestate dal sanguinario serial killer Jack lo Squartatore. Nello stesso frangente l’eclettico e visionario scienzato Wells è pronto a mostrare ai suoi amici la sua ultima invenzione, una macchina in grado di far viaggiare attraverso il tempo. L’ultimo degli ospiti attesi da Wells è l’amico medico Stevenson, ma il suo arrivo è scandito pochi istanti dopo dall’arrivo anche della polizia certa della colpevolezza del medico, nella sua borsa sono trovati indumenti sporchi di sangue. L’uomo però è scomparso nel nulla e solo quando tutti sono andati via lo scienzato scopre anche la scomparsa della sua invenzione. Grazie ad un dispositivo di sicurezza la macchina fa ritorno da sola senza il suo conducente al luogo di partenza. Wells capisce che deve porre rimedio al danno che ha fatto e parte alla ricerca di Stevenson nel 1979. L’uomo si ritrova così nel futuro, il 1979 in un museo a San Francisco. Disorientato e affascinato da quel mondo fatto di fast-food, telefoni e tecnologie lontane anni luce da lui cerca il suo ex amico. Grazie ad una solerte impiegata di banca riesce a rintracciarlo in un albergo, ma l’uomo scappa e viene investito. Poco dopo all’ospedale Wells apprende la notizia della sua morte. Prima di fare ritorno a casa trascorre alcuni giorni con la giovane, i due si innamorano ma Stevenson è ancora vivo e medita vendetta. Grazie alla macchina del tempo provano a precedere le sue mosse, ma compiendo una serie di errori Wells viene arrestato e Amy rapita. Nella scena finale tutto si risolve per il meglio il cattivo viene spedito in un luogo in cui non farà più del male e Wells insieme a Amy fa ritorno al 1888. Il film è consigliato perchè per l’epoca la trama è originale e ricca di spunti di riflessione. Wells rappresenta l’eroe che crede nel futuro migliore, immagina una realtà utopica fatta di pace e senza violenza, l’antieroe svela invece una realtà fatta di telegiornali e violenza. Il futuro non è migliore rispetto al presente e neppure la macchina del tempo può cambiare questo.

Pur essendo il film del 1979 è possibile trovarlo in dvd a 15-20 euro.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.