Toy Story 3 (film)

0 3

“Toy Story” terzo capitolo della trilogia che da anni riscuote successi tra i più piccoli, ennesimo successo della Pixar, lo abbiamo visto sugli schermi italiani nei mesi estivi. E’ ora disponibile in dvd, Buena Vista 24.90 euro.

La storia ha inizio con Andy ormai diciasettenne pronto a partire per il college, i giocattoli sono molto spaventati da questa situazione poichè temono che il loro destino sarà quello di essere cestinati. Andy imballa tutte le sue cose e i giocattoli finiscono in scatoloni che verranno poi messi in soffitta, tranne Woody che decide di portare con sè al college.

Tuttavia ecco che la previsione dei giocattoli finisce in parte con l’avverarsi, infatti una serie di equivoci finisce per condizionare l’esito delle esistenze dei personaggi; la madre di Andy per errore carica in macchina sacchi e scatole e porta anche la banda di giocattoli come donazione all’asilo di Sunnyside. Se la cosa all’inizio rallegra la colorata tribù perchè vi intravedono la possibilità di tornare a riavere la loro dignità di giocattoli in compagnia di qualche bambino, l’arrivo all’asilo sarà una mortale delusione.
Infatti questo luogo si dimostra una vera e propria prigione dove una congrega di giocattoli che ancora recano le ferite dell’abbandono da parte dei loro padroni, gestiscono tutto con un piglio davvero autorevole e fastidioso.
Il capo di tutto è Lotso un orso di peluche che profuma di fragola, che però non sembra molto disponile nel raccogliere le rimostranze dei piccoli abitanti dell’asilo, mentre Woody testardo e temerario decide di fuggire gli altri rimasti all’asilo finiscono con l’essere imprigionati.
Woody nel frattempo viene ritrovato dalla figlia di una delle maestre dell’asilo e trova immediata simpatia e compassione da parte degli altri giocattoli della bimba per la storia che racconta loro.

Il cocciuto cow-boy ha elaborato un piano e lo metterà in atto per liberare i suoi amici, da qui ha inizio una rocambolesca e divertente parata di situazioni che vedono il contrapporsi delle due fazioni: i prigionieri ed i loro carcerieri.
Il finale rivede comunque il ristabilirsi dell’ordine, con un piccolo colpo di scena dal sapore un po’ malinconico.

Riconfermata la presenza dei personaggi che hanno creato il successo di questa trilogia di animazione, nel nuovo capitolo troviamo nuovo personaggi come il già citato orsetto di peluche Lotso e trovata veramente simpatica e geniale sono la coppia Barbie e Ken che a loro modo sono un po’ le due voci fuori dal coro nella dittatura dei giocatoli dell’asilo di Sunnyside.

Per quanto riguarda il doppiaggio dei personaggi, sia in Italia che nell’originale i nomi sono noti, Baribie ha la voce di Claudia Gerini e Ken quella dell’eclettico Fabio De Luigi, Riccardo Garrone anima Lotso, oltre naturalmente alle già note voci di Fabrizio Frizzi e Massimo Dapporto che sono Woody e Buzz.

Pubblico e critica sono concordi nel definire questo film un successo, una commedia che declina sentimenti quali l’amicizia e la fedeltà con delicatezze e un’immancabile tocco di humor, davvero da non perdere!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.