Troy (film)

1 28

Troy è un film del 2004 diretto da Wolfgang Petersen, che annovera tra i suoi protagonisti Brad Pitt, Orlando Bloom, Eric Bana, Diane Kruger, Peter O’Toole e Brian Cox.
Il film è liberamente ispirato all’Iliade, anche se in alcuni punti differisce dal poema omerico.
Troy prende il via dal rapimento di Elena regina di Sparta e moglie di Menelaoda parte di Paride,principe di Troia. Utilizzando il pretesto del rapimento, Agamennone re dei Greci e fratello di Menelao, decide di attaccare la città di Troia, l’unica città che ancora non è caduta sotto il dominio greco di Agamennone. Inizia così un lungo assedio che vedrà contrapposto l’esercito greco agli ordini del re Agamennone ,che vanta tra le sue fila Ulisse e il fortissimo guerriero Achille da una parte, e l’esercito troiano agli ordini dell re Priamo guidato dal principe Ettore,fratello di Paride. Inizia così la guerra di Troia.

Il film di Petersen è un kolossal della durata di circa tre ore, che mette in scena una spettacolare battaglia, fatta di combattimenti epici, di duelli all’ultimo sangue, come quello tra Achille e Ettore, che costituisce il momento più bello del film.
Brad Pitt è perfetto nel ruolo di Achille, un guerriero imponente e potentissimo, che odia il re Agamennone e combatte solo per gloria personale. Dalla parte dei troiani figura carismatica è Ettore rivale e nemico giurato di Achille. Il film è sicuramente spettacolare , anche discostandosi per alcuni punti dal poema omerico. Nel film infatti poco accenno si fa alla quasi immortalità di Achille , e soprattutto la componente divina che caratterizza il poema è quasi assente. Se nel poema infatti le decisioni divine influenzano gli eventi, nel film si è preferito dare un aspetto più umano alle vicende narrate.Le incongurenze col poema sono molte, piccoli particolari che ai più accaniti conoscitori del mondo di Omero non scapperanno di certo.Inoltre nel poema, la narrazione comincia già al nono anno di guerra mentre nel film si parte da molto prima, coprendo tutto l’arco del conflitto. Da notare anche la mancanza di alcuni personaggi presenti nel poema come Ecuba,moglie di Priamo e l’eroe greco Diomede. Questa libera interpretazione del regista diede vita a molte polemiche, ma la riuscita del film è comunque ottima.
Eccezionali la fotografie e gli effetti visivi che fanno di Troy un esperienza visiva interessante, anche se non ai livelli delle epiche battaglie de “Il Signore degli Anelli”.
Tra gli attori, tutti convincenti, spicca l’intensa interpretazione di Ettore da parte di Eric Bana, mentre Peter O’Toole risulta perfetto nel ruolo di Priamo. Brad Pitt incarna Achille, in tutta la sua imponenza, e sembra a suo agio nel ruolo, anche se la sua interpretazione è al di sotto di quella fornita dagli attori sopracitati.

Troy è un film ottimo, che anche se non del tutto fedele al poema dal quale è ispirato riesce a catturare l’attenzione e a trasmetterne i toni epici, senza far pesare allo spettatore la lunghezza di quasi tre ore di film.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

1 Commento

  1. Marianna dice

    Secondo me,il film di Troy è molto ma molto bello ma nello stesso tempo molto triste

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.