Uomini e Orsi di Bernd Brunner

0 3

Un titolo secco con due termini “Uomini” e “Orsi”, le due parole sono separate da una congiunzione, se potessimo dare un valore alla “e”, in questo caso avrebbe la votazione massima perchè, in quest caso, indica non solo una giustapposizione, ma un vero e proprio rapporto.
Ed è questo l’intento dello scrittore americano Bernd Brunner che sviluppa questo argomento da una prospettiva etologica ed antropologica, fornendo al lettore un quadro che è molto di più di un semplice resoconto sulle abitudini dei plantigradi, anzi gli orsi sono l’occasione per parlare dell’uomo e per riflettere su cosa lega l’antico animale con l’uomo che ai primordi della civiltà viveva come lui.
E’ curioso constatare che l’essere umano, nonostante la civilizzazione, non abbia perso la propensione alla libertà che sopravvive ogni volta che cerca di uscire fuori dalle regole condivise e convissute esattamente come l’orso che rispetta solo una regola, quella della natura.

E’ forse quella di Brunner un’apologia del buon selvaggio? Forse c’è anche questo aspetto, ma l’uomo ai suoi primordi cacciava e si muoveva nel territorio esattamente come faceva l’orso, seguiva le sue tracce, tendeva agguati e a sua volta veniva attaccato, una sfida che quando si è conclusa ha posto la parola fine a un rapporto che era stato quasi alla pari.
Ora questo rapporto continua e l’uomo è impegnato a salvaguardare le poche migliaia di individui di individui che sono rimasti nel mondo, ultima testimonianza di un mondo primitivo ormai irrimediabilmente scomparso.
Si cita spesso una frase di Dino Buzzati che mi sento di condividere e che vale la pena sempre ricordare: quando l’orso si sarà estinto “ci sentiremo tutti un poco più poveri e più tristi”………..è vero ci rimangono gli orsacchiotti di pezza, ma è una finzione, per mantenere la nostra libertà credo si debba difendere la sopravvivenza degli ultimi orsi.

Il libro “Uomini e Orsi” è edito da Bollati Boringhieri e costa 18,00 euro se acquistato online.

E’ un libro consigliato sia agli adulti che ai giovani e rappresenta un’occasione per riflettere da dove veniamo e verso dove stiamo andando…………

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.