Watch Dogs: videogioco

0 4

La Ubisoft vede il successo del passato e rilancia con un nuovo titolo, Watch Dogs. Il nuovo progetto di una delle case videoludiche più conosciute al mondo, non fa altro che far parlare di se.
Stile innovativo e trama profonda contraddistinguono il nuovo titolo Ubisoft. Con la presentazione di un nuovo video di game-play del gioco la settimana scorsa, in occasione della presentazione della PS4 al PlayStation Meeting 2013, il fermento intorno a se non fa che salire e l’attesa della sua uscita è pari quasi a quella della nuova consolle targata Sony.

Ambientato in una Chicago contemporanea, il titolo rappresenterà un mondo leggermente diverso da quello che conosciamo oggi. Tutto sarà connesso e controllato da un gigantesco sistema chiuso per il controllo dei dati e degli attacchi esterni, il ctOS. Ciò a seguito di un grave attacco informatico avvenuto qualche anno prima del tempo corrente nel gioco che causò estesi blackout e disagi a tutta la popolazione mondiale. Di fatto questo nuovo sistema di controllo permetterà ad una moltitudine di aziende private, finanziatrici del sistema, di poter ottenere qualsiasi informazione su chiunque vogliano. Non solo loro però, anche Andy Pierce, protagonista del gioco, grazie al suo fedele smartphone, riuscirà a connettersi a questo OS ed a sfruttarne le informazioni per scopi diversi.

Presentato nel suo migliore ecosistema, la PS4, Watch Dogs dovrebbe essere disponibile anche per PS3 e Xbox 360 al momento del lancio. Certo le nuove potenzialità della prossima ammiraglia di casa Sony ne potranno meglio sfruttare le caratteristiche grafiche e modalità di gioco.

Ad una modalità single-player vista nel video di presentazione, si aggiungerà una multi-player molto chiacchierata e che, dicono, porterà con essa altre novità da renderla parimenti accattivante. Dai frequenti rumors rintracciabili in rete sembra proprio che al nostro ecosistema Watch Dogs potranno connettersi molti altri players che a loro volta potranno scegliere come interagire: osservare o sabotare. Insomma sembra non mancargli proprio nulla.
Grafica eccezionale, trama niente affatto banale, stile di game-play accattivante e possibilità di interazione con molteplici giocatori in giro per il mondo.

Per il momento non si può dire altro, il risultato finale starà al se riusciranno o meno a mantenere tutte queste belle premesse alla Ubisoft.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.