WELCOME TO MY NIGTHMARE…..un viaggio interiore…benvenuti nell’incubo……

0 3

E’ oggettivamente difficile stabilire una classifica di quale album sia il migliore della magnifica triade uscita fuori dal genio di Alice Cooper nel periodo che va dal 1972 al 1975, anche perchè si rischia di stilare delle classifiche del tutto soggettive, però questo “Welcome to my Nightmare” può essere annoverato tra i migliori di sempre dell’artista americano che con questo suo ottavo album incomincia la sua carriera solitaria liberandosi per sempre dalla Alice band Cooper che lo aveva accomapagnato nei precedenti lavori musicali.

A distanza di 36 anni cosa rimane di Welcome to my Nightmare? Tutto e non solo per i fan ed è un peccato non poter visionare tutti i filmati delle sue esibizioni live che riguardano l’interpretazione di molti dei brani presenti in questo album, questo perchè Alice Cooper appartiene a quella speciale categoria di artisti teatranti che sanno tenere il palco e che riescono ad incitare il pubblico al punto che è difficile alla fine distinguere se il successo sia dovuto alla musica o all’ approccio con il pubblico da attore navigato.

Il disco è un’altra pietra miliare del rock che deve essere ascoltato per due motivi: il primo perchè è storia, il secondo perchè l’argomento monotematico è un emblema che è stato poi ripreso da tanti. Potremo dire quindi niente di nuovo e per chi scopre l’acqua calda è davvero disarmante vedere che molti brani musicali riprendono quel gusto per il macabro che ha avuto bisogno di un’ulteriore per quanto inutile catalogazione nel cosiddetto genere “dark”.
Purtroppo molte turbolente band vogliono stupire a tutti i costi, ma riescono nell’intento solo nei confornti di chi non ha memoria.
Per chi invece ha memoria, ritiene questa catalogazione impropria, basta ascoltare brani come “Cold Ethyl” e “Department of Youth” per trovare quel “duro” che gli amanti del genere amano, ma tutto questo è accaduto due generazioni fa!!!!

Altri brani come “Steven” e “Years Ago” hanno sicuramente qualcosa di perverso, ma moralità a parte, Alice Cooper è come un autore di romanzi horror, la sua bravura sta nel creare sentimenti contrari e di disgusto e in questo bisogna riconoscere che è molto bravo…………..e poi l’immenso “Welcome To My Nigthmare”, il primo dei magnifici 11 , brano che è un benvenuto…nell’incubo!!!

Album consigliato, mai datato!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.