Varie

Aumento di peso (alimentazione)

L’aumento dell’attenzione in tutto il mondo industrializzato per il miglioramento degli stili di vita ha fatto sì che negli ultimi anni scienziati di ogni nazionalità concentrassero i loro studi sul fenomeno ormai largamente diffuso dell’obesità infantile, e su tutte le manifestazioni ad essa correlate. tra queste, non è certamente passata inosservata l’alta percentuale con cui l’obesità infantile va di pari passo con la pubertà precoce.
Va sottolineato che gli studi sullo sviluppo puberale, nel loro complesso, sono molto difficili da portare avanti nel campione di maschi rispetto alle femmine, non essendo presente nei maschi un fenomeno come quello del menarca, ossia la prima mestruazione a sancire con estrema precisione l’avvenuto completamento dello sviluppo. Nel maschio i segni sono molto più sfumati e difficili da interpretare.
E’ ormai un dato universalmente riconosciuto che l’infanzia dura sempre meno. Infatti, le bambine oggi sviluppano intorno agli 11 anni, mentre le loro madri completavano lo sviluppo puberale mediamente a 12 anni. In pratica, nell’arco di una generazione, un anno d’infanzia ha preso il volo. Il dato è eccezionalmente rilevante, e sembra che sia più o meno sovrapponibile in tutti i gruppi etnici del pianeta.
Quali possono essere le cause di tutto ciò? Fino a poco tempo fa gli studiosi erano portati a pensare che il responsabile della pubertà precoce fosse, in qualche modo, l’aumento di peso. Avendo notato la stretta correlazione tra le due manifestazioni avevano pensato che una delle due potesse causare l’altra. In effetti, l’incidenza di casi in cui le due condizioni si presentano insieme è alta, ed a questo va ad aggiungersi anche il fatto che molte delle ragazzine oggetto dello studio avevano le madri che hanno avuto una pubertà precoce, e sono in sovrappeso. Questa ulteriore concomitanza aveva per lungo tempo apparentemente confermato il dato.
Invece, un recente studio internazionale pubblicato su “Nature Genetics” ha chiarito definitivamente il nesso che esiste tra le due manifestazioni: in realtà, sono stati individuati trenta geni coinvolti nello sviluppo della donna; alcuni di questi geni sono responsabili dell’età della prima mestruazione, altri controllano sia altri aspetti dello sviluppo, sia le variazioni di peso corporeo. In pratica, questi geni fungono da orologio biologico dello sviluppo femminile. Come si vede, la correlazione tra le due condizioni adesso è chiara: non sono l’una la causa dell’altra, ma sono controllate dallo stesso gruppo di geni.
Per quanto riguarda le madri, è facile prevedere che abbiano trasmesso alle figlie i loro geni.
Il fatto che l’aumento di peso nella pubertà precoce sia geneticamente determinato, però, non significa che non sia possibile intervenire: un corretto stile di vita, una sana alimentazione e un po’ di costante attività fisica potranno limitare gli effetti di di questa “congiura” genetica.

Tags

Recensioni e Opinioni

Benvenuti su Opinione Personale. Il nostro è un sito di opinioni e recensioni che consente a tutti i littori di trovare i migliori prodotti da acquistare online al miglior prezzo.
Close